GIOVANNI DAMINI

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Berlin. La battaglia di Gropius - Fabio Geda, Marco Magnone

BERLIN-la battaglia di Gropius

“C’era una ragazza a cavallo, in mezzo alla tormenta. Le vedette non avevano mai visto Wolfrun, ne avevano solo sentito parlare. Attorno c’era la sua gente, le lingue di fuoco delle torce che il vento cercava di strappare di mano, i turbini di neve”

Berlino, inverno 1978. Dopo una calda estate su Berlino cade un freddo inverno che sicuramente non aiuta a facilitare la vita dei vari ragazzi.
A complicare la situazione è un'improvvisa sete di dominio da parte dei ragazzi di Tegel che vogliono conquistare i territori dei gruppi rivali, dopo aver bruciato il castello delle ragazze dell’Havel i ragazzi di Tegel non hanno intenzione di fermarsi e le ragazze dell’Havel sono obbligate a rifugiarsi a Gropiusstadt insieme a Jakob e agli altri ragazzi. E’ proprio tra i palazzi di questo quartiere che si consumerà una violenta battaglia per decidere il dominio del territorio.
Questa lettura la consiglio a un pubblico adolescenziale perché è una lettura molto semplice ma allo stesso tempo non banale.
Nel complesso questa lettura l'ho trovata molto interessante e incalzante.

Berlin. L'alba di Alexanderplatz - Fabio Geda, Marco Magnone

Penso che la gente, quando è in pericolo, diventa egoista. E che L'egoismo è come legna per il fuoco. E che il fuoco, alla fine, brucia tutto”

Berlino, estate 1978. Dopo la grande sfida per recuperare il piccolo Theo, i ragazzi dei vari gruppi si vedono minacciati da un altro pericolo, il grande “mostro” che gira per le strade di Berlino divorando qualsiasi cosa gli si ponga davanti.
Allora i gruppi di Havel, Gropiusstadt e Reichstag decidono di unirsi per cacciare la bestia. La caccia sarà piena di colpi di scena positivi, ma anche negativi però alla fine la missione riesce a essere portata a termine.
Questa lettura la consiglio a un pubblico adolescenziale perché è una lettura molto semplice ma allo stesso tempo non banale.
Nel complesso l'ho trovata molto interessante e incalzante.
Giovanni Damini, Liceo Scientifico Don Bosco, Progetto PCTO Biblioteca Borgo Trieste, luglio 2023

R: Berlin. I fuochi di Tegel - Fabio Geda, Marco Magnone

"Mio padre diceva che c'è gente che alla morte ci arriva viva, mentre altri, quando tocca loro, è come se fossero già morti da un sacco di tempo”.

È il 1978, inizio estate, sono passati tre anni da quando un virus letale ha decimato tutti gli adulti di Berlino, lasciando la città in uno stato di completa anarchia divisa in gruppi rivali formati da ragazzi e ragazze.
Tutto cambia quando qualcuno rapisce Theo, un “nato dalla morte” (cioè nato durante la pandemia), che vive nella zona del Havel insieme a Christa e altre ragazze.
L’ avventura inizia quando Christa decide di andare a chiedere aiuto a Jakob e ai ragazzi di Gropiusstadt (un gruppo rivale) per andare a riprendere Theo, che nel frattempo si era scoperto essere stato rapito da un altro gruppo rivale, quello di Tegel.
Proprio a Tegel si svolgeranno dei giochi sotto forma di sfide tra i ragazzi arrivati per recuperare Theo e gli abitanti dell'aeroporto, che determineranno il ritorno a casa del piccolo “nato dalla morte”.
Questo libro grazie alla sua scorrevolezza e alla sua semplicità lo consiglio soprattutto a preadolescenti e adolescenti, perché grazie al suo stile incalzante e ai momenti di suspense fa rimanere il lettore concentrato e invogliato nella lettura. Molto interessanti sono soprattutto i vari flashback presenti a capitoli alterni nel libro, che vanno a richiamare la “vecchia” vita dei vari personaggi e fanno ìi che il lettore acquisisca più informazioni su di essi.

Giovanni Damini, Liceo Scientifico Don Bosco, Progetto PCTO Biblioteca Borgo Trieste, luglio 2023

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate