1: La compagnia dell'anello
0 1 0
Libri Moderni

Tolkien, John Ronald Reuel <1892-1973>

1: La compagnia dell'anello

Abstract: In questo primo romanzo della trilogia di Tolkien, il lettore conosce gli Hobbit, minuscoli esseri saggi e longevi che vivono in un idilliaco paesino agricolo. La piccola comunità è turbata dal destino quando il giovane Frodo, convinto dal misterioso stregono Gandalf, è costretto a partire per Mordor, il paese delle tenebre, per distruggere il terribile Anello del Potere, giunto nelle sue mani per una serie di incredibili circostanze. Un gruppo di Hobbit lo accompagna e, strada facendo, si associano alla compagnia Elfi, Nani e Uomini, anch'essi legati al destino di Frodo. Le tappe del cammino li conducono attraverso molte esperienze, finché la scomparsa di Gandalf, trascinato negli abissi da un'orrenda creatura, li lascia senza guida.


Titolo e contributi: 1: La compagnia dell'anello / John Ronald Reuel Tolkien ; edizione italiana a cura di Quirino Principe ; introduzione di Elémire Zolla

2. ed

Pubblicazione: Milano : Bompiani, 2003

Descrizione fisica: 502 p. ; 23 cm.

ISBN: 88-452-9224-X

Data:2003

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Curatore [Editor]) (Autore) (Autore dell'introduzione, ecc.)

Classi: 823.912 Narrativa inglese - 1900-1945 (21)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2003
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
S. LUCIA 823.912 TOL COM SBU090559 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

“Un anello per domarli, un anello per trovarli, un anello per ghermirli e nel buio incatenarli”

Frodo Baggins, cugino di Bilbo Baggins, viene in possesso dell’anello magico di suo zio, che permette a chi lo indossa di diventare invisibile a chiunque. Ma Gandalf il Grigio, stregone e vecchio amico di Bilbo, scoprendo che quell’anello è in realtà niente di meno che l’Anello del Potere che permetterà al Signore Oscuro Sauron di tornare al potere, spinge Frodo a intraprendere un pericoloso viaggio verso la Terra di Mordor per distruggere l’anello nelle fiamme del Monte Fato.

I temi trattati da “Il Signore degli Anelli. La Compagnia dell’Anello” sono molti, diversamente da ciò che qualcuno potrebbe pensare; il romanzo tratta della lotta tra il bene e il male, dell’amicizia tra Frodo Baggins e Sam Gamgee, suo compagno di viaggio, ma anche dei pregiudizi nei confronti degli Orchi, per esempio.

Devo partire con una precisazione: “Il Signore degli Anelli” non è un libro scorrevole. O meglio, non lo è la traduzione che ho letto io, perché ho sentito dire da molti che il libro in lingua originale è molto più fluido. Detto ciò, vorrei far notare come una scrittura pesante rallenti la lettura e basta, e non sia affatto sinonimo di coltezza e, al contrario, scorrevolezza e ignoranza non sono la stessa cosa; “Harry Potter” è un libro scorrevolissimo e rimane comunque molto colto. Tuttavia, superato l’ostacolo della scrittura, “Il Signore degli Anelli” è un fantastico libro, anche se a volte si perde in punti della trama che non torneranno in futuro, come nel capitolo dedicato a Tom Bombadil o al Sinuosalice.

Consiglio questo libro a tutti, anche se avverto che chi lo leggerà dopo essersi appassionato ai film lo troverà molto più lento, in quanto la trama procede con molta più calma nei libri, cosa che per motivi di durata non poteva essere fatta nei film. Inoltre, non è assolutamente necessario aver letto “Lo Hobbit” prima di leggere “Il Signore degli Anelli”, ma almeno bisognerebbe sapere come Bilbo è entrato in possesso dell’Anello.

Leonardo Lucato, Liceo Scipione Maffei, progetto PCTO "Biblioteca per ragazzi", "Leggere on The Road"

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.