Community » Forum » Recensioni

La scacchiera nera
0 1 0
Monticelli, Miki

La scacchiera nera

Milano : Piemme bestseller, 2011

Abstract: Nello stesso istante, a migliaia di chilometri l'uno dall'altro, tre ragazzi Ryan, un americano, Morten, danese, e Milla, italiana -, entrano in possesso di una scacchiera ottagonale dall'aria molto antica. Il Guerriero, l'Arciere e il Ladro Nero sono le sole tre pedine rimaste sulla scacchiera e sembrano invitarli a fare la prima mossa. Ma appena le toccano, i tre ragazzi vengono trasportati in un mondo parallelo dove è in corso una guerra, una guerra sanguinosa e secolare che un mago ha trasferito sul tavoliere in modo che il mondo degli uomini potesse continuare a esistere. Così Ryan si accorge di essere diventato il Guerriero del Fuoco. Lui, però, non riesce a credere di essere un eroe e soprattutto che il Ladro Nero, quella ragazza dagli occhi di smeraldo e dall'aria indifesa, sia il suo più acerrimo nemico. Contro ogni regola del gioco, Ryan decide di fidarsi di quella ragazza che combatte contro il proprio lato oscuro, e scoprirà che a volte una mossa imprevedibile può cambiare le sorti di una partita. Età di lettura: da 14 anni.

810 Visite, 1 Messaggi
LAURA BUFFA
65 posts

Vorreste leggere un libro fantasy esclusivamente "made in Italy"? Un libro che possa catturare la vostra attenzione, magari, fino a trasportarvi in un'altra dimensione. Un po' come accade quando si entra in possesso di un gioco da tavolo parecchio strano. Ricordate di aver visto il film di Jumanji? Alcuni ragazzi che tentano la sorte giocando a un misterioso gioco da tavolo che si rivela tutt'altro che un gioco banale... ebbene, se cercate una storia avvincente, che possa rendervi un pomeriggio ricco di avventura e suspence, la trilogia della Scacchiera Nera fa al caso vostro.
La storia di Miki Monticelli vi trasporterà in un mondo immaginario nascosto dentro a una strana, inquietante scacchiera in cui ogni pedina, ogni mossa possiede un valore inestimabile. E non bisogna sbagliare perché si rischia di perdere.
Il romanzo riprende le vicende di tre ragazzi diversi, che abitano in città diverse e perfino di nazionalità differenti. C'è Ryan, un ragazzo americano, poi Milla, una timida ragazza italiana, mentre il terzo protagonista è il danese Morten. Sono tre ragazzi che neanche si conoscono e non hanno la minima idea di chi sia l'altro. Ma allora cosa c’entrano questi tre ragazzi con la trama? I protagonisti, ignari, finiranno nella stessa scacchiera. Tutti e tre, in modi diversi, entrano in possesso di una copia di una scacchiera ottagonale dall’aspetto cupo e antico di cui non sanno praticamente nulla. A differenza delle normali pedine delle altre scacchiere, la scacchiera ritrovata contiene tre pedine, posizionate sulla superficie al loro posto, che raffigurano tre figure insolite. Le pedine, infatti, corrispondono al Guerriero, al Ladro Nero e all’Arciere... ben distanti dai classici Torre, Cavallo e Re. I tre ragazzi seppur in città differenti, proprio nello stesso momento, toccano una pedina differente a loro scelta e vengono immediatamente trasportati in un mondo parallelo. Il mondo della Scacchiera.
Ognuno di loro dovrà prendere il posto della pedina che avrebbe toccato e mosso sulla scacchiera prima di finire nel mondo parallelo. L'unico obiettivo sarà quello di sopravvivere e l'unico modo per sopravvivere a quel mondo oscuro è quello di sconfiggere il nemico con la mossa giusta.
Ryan è diventato il Guerriero, Milla è la Ladra Nera e Morten è l’Arciere. Nonostante Milla sia una comune ragazza, spaventata dalla vicenda, Ryan viene presto a conoscenza del fatto che il Ladro Nero (in questo caso, la Ladra Nera) nel mondo della scacchiera è il suo più acerrimo nemico.
Non si può sbagliare.
Deve vincere la partita se vuole tornare indietro…
Una storia ricca di avventura, colpi di scena, suspence e amicizia raccontata con uno stile di scrittura semplice e mai banale. Uno stile di scrittura adatto a tutte le età, maggiormente consigliato per un pubblico sopra i tredici anni. Lo consiglio ai lettori che adorano il fantasy (e hanno letto molti altri libri sul genere) ma anche a quei giovani lettori che vorrebbero avvicinarsi al genere fantasy e non sanno con quale libro iniziare.
Una storia particolare, scorrevole, che non vi farà annoiare nemmeno per un secondo.

Laura Buffa
Progetto di tirocinio "La promozione della lettura in biblioteca" gennaio-febbraio 2021

  • «
  • 1
  • »

1458 Messaggi in 1292 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.