Community » Forum » Recensioni

 Melmoth l'Errante
0 1 0
Maturin, Charles Robert

Melmoth l'Errante

Torino : UTET, [2008]

Abstract: Il libro contiene due racconti. Il primo di Maturin è la storia di un umo, Melmoth, che ha fatto un patto col diavolo: in cambio dell'anima ottiene il prolungamento della vita. E se riuscirà a trovare chi condivida la sua sorte eviterà la dannazione. Il patto risale al XVII secolo e in una serie di episodi, generazione per generazione, Melmoth ottiene solo rifiuti: anche il prigioniero di un manicomio, anche una vittima dell'Inquisizione, nessuno accetta il suo patto. Altro filo conduttore è rappresentato dai suoi amori con la giovanissima Isadora (la sposerà per mezzo di uno spettro e ne ucciderà in duello il fratello...). La ricchezza di scene di terrore e di raccapriccio ha contribuito a farlo diventare un autentico bestselter internazionale. Dimostrazione ne è il secondo racconto contenuto nel volume scritto da Nonoré de Balzac: Melmoth riconciliato, che costituisce quello che in termini cinematografici è un sequel. Nella classica ambientazione del mondo finanziario parigino (la Casa Nucingen), un cassiere disonesto che sta per fare un grosso ultimo colpo per poi fuggire, viene sorpreso dall'arrivo di un inquietante personaggio: John Melmoth che gli propone l'ormai consueto patto. Il cassiere accetta ma dopo una breve ebbrezza si accorge di aver fatto un pessimo affare e torna a cercare Melmoth ma scopre che, riconquistata l'anima, è morto santamente riconciliato con Dio. Non gli resta quindi che cercare una nuova vittima: la troverà nel banchiere Claperon, minacciato dal fallimento.

90 Visite, 1 Messaggi
Utente 3418
7 posts

«La narrativa fantastica gotica inglese e tedesca si diffuse allora con profusione molteplice e mediocre [...] Questa particolare scuola stava gradatamente esaurendosi, ma prima del definitivo insabbiamento, nacque la sua ultima e più grande figura nella persona di Charles Robert Maturin (1782-1824), un oscuro e eccentrico prete irlandese [...] Melmoth è il racconto di un gentiluomo irlandese che nel diciassettesimo secolo ottiene dal Diavolo una vita prolungata in modo soprannaturale a prezzo della sua anima. Se può convincere un altro ad accettare il trasferimento del patto, allora egli sarà salvo [...] Nessun lettore imparziale dubita che con Melmoth si è fatto un grosso passo avanti nella evoluzione del racconto dell'orrore. La paura viene tolta dal regno del convenzionale ed esaltata come una terribile macchia che incombe sul destino dell'umanità»

da: H.P. Lovecraft, L'orrore soprannaturale in letteratura, SugarCo, Varese 1994, p. 37-38
(Testo in inglese di Supernatural Horror in Literature)

  • «
  • 1
  • »

895 Messaggi in 822 Discussioni di 102 utenti

Attualmente online: Ci sono 10 utenti online