Community » Forum » Recensioni

Zucchero e catrame
5 1 0
Cardaci, Giacomo

Zucchero e catrame

Roma : Fandango, 2019

Abstract: Cesare è un bambino che chiacchiera e gioca a Memory con il suo circolo multietnico di Barbie, ha scelto Ines detta Lines come amica per non rimanere da solo in fila a scuola, passa i suoi pomeriggi con una anziana che lo cosparge di profumo, detestata dai suoi genitori perché fomenta le sue stramberie. La sua vita di paese sarebbe potuta continuare sempre uguale, se a stravolgerla non fosse arrivato il trasferimento di tutta la sua famiglia in un monolocale ai bordi miserabili tra Milano e Cinisello. Al piano di sopra, però, abita Gabbo, da cui Cesare, ormai cresciuto, è dannatamente eccitato, perché Gabbo è tutto ciò che Cesare vorrebbe essere: uno deciso a prendersi dalla vita tutto, costi quel che costi. Per questo, quando suo padre viene arrestato, la madre si rifugia nel letto, il fratello scompare, Cesare decide di risalire dal fondale del proprio abbandono seguendo le tracce di Gabbo. Per entrare nel giro, però, Cesare deve smettere di essere Cesare, dire di sì a ogni tipo di richiesta ma anche abbandonarsi a una fascinazione morbosa simile a quella che prova per Gabbo. Una fascinazione che lo eccita come lo zucchero ed è ripugnante come il catrame, e che alla fine gli chiederà un conto molto, forse troppo, salato. Giacomo Cardaci torna al romanzo con una storia feroce, a tratti spiazzante, in cui i margini opachi tra disonestà, innocenza, odio, rabbia, si dissolvono, e i lettori saranno messi di fronte ai desideri inconfessabili che si nascondono in ognuno di noi.

85 Visite, 1 Messaggi
Utente 5681
5 posts

Il libro ha una scrittura molto bella e fluida e tiene abilmente incollati alle pagine, per gli eventi descritti e per l'empatia che l'autore riesce a creare tra chi legge e i personaggi. Tratta vicende di degrado economico e morale della periferia milanese, e lo fa con un racconto duro ma decisamente realistico. La cosa che, come lettore, mi ha lasciato l'amaro in bocca è la pressoché assenza di speranza, come a dire che se nasci e ti affacci al mondo con il piede sbagliato niente e nessuno ti farà sconti.

  • «
  • 1
  • »

794 Messaggi in 720 Discussioni di 87 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.