Community » Forum » Recensioni

Se la tua colpa è di essere bella
0 2 0
Facchini, Giuliana

Se la tua colpa è di essere bella

Milano : Feltrinelli, 2018

Abstract: Un romanzo che affronta il tema della violenza sulla donna. Una storia di formazione raccontata dal punto di vista di un adolescente. Una scrittura fluida, leggera, che traduce con realismo le ingenuità e le insicurezze delle prime importanti esperienze nella vita di un ragazzo. Valerio ha quasi diciassette anni e frequenta la terza liceo. Vive con la madre single, con la quale ha un rapporto sereno, ed è invaghito della trentacinquenne Elena che abita nel suo palazzo, a cui dedica poesie d’amore anonime che infila di nascosto sotto la sua porta. Nell’ex portineria del condominio abita anche Carlos, compagno di liceo e amico più caro di Valerio. A chiudere il cerchio c’è Lavinia, compagna inseparabile dei due, sempre con un fiore tra i capelli. La vita scorre tranquilla per i tre ragazzi, divisa tra studio, svago, riflessioni sulle loro problematiche adolescenziali, finché alcuni avvenimenti irrompono nella loro esistenza e la cambiano. La ragazza più bella del liceo viene aggredita in discoteca, durante una festa di compleanno. Carmen, la sorellina di Carlos, viene urtata da un’auto mentre rincorre una pallina trovata al parco, ed è portata in ospedale per accertamenti. Mai la vita è sembrata così fragile. Nello stesso ospedale è ricoverata anche Elena, l’avvenente vicina, che Valerio ora vede in una luce diversa.

1828 Visite, 2 Messaggi

Un tema molto importante, come quello della violenza sulla donna, affrontato con la delicatezza della quale ha bisogno un adolescente.
Mescolate amicizia, amore, liceo e famiglia e ne uscirà una storia davvero molto interessante.. non riuscirete a fermarvi fino a che non avrete finito di leggere l'avventura di Valerio, Lavinia e i loro amici!
Elisabetta Tezza

“-Non scrivi più solo per la dea. Dovresti cominciare a firmare le tue poesie.-
-Perché? Sono già sul mio cellulare.-
-Senza firma è come se tu non fossi d’accordo con quello che scrivi, invece i versi sono bellissimi e svelano sentimenti intimi.-
-Non mi va di firmarle, non sono un poeta, scrivo versi per necessità.-
-Sei un ragazzo poetico, allora.-
Poi comincia a leggere. Parte dal titolo: Se la tua colpa è di essere bella…”

Valerio è un ragazzo di diciassette anni, che frequenta la terza superiore al liceo, insieme ai suoi due migliori amici di una vita, Carlos e Lavinia. Come tutti i ragazzi della sua età, anche Valerio ha un amore segreto: comporre poesie. Poesie che scrive per il suo secondo amore nascosto, Elena, una signora di 35 anni che si è trasferita da poco nel palazzo dove abita il nostro protagonista e che lui chiama “la dea”, per via della sua bellezza quasi divina. In quanto adolescenti, i tre amici conducono una vita all’insegna dei problemi tipici della loro età, se non fino ad un giorno. Era un sabato sera, quando Valerio, Carlos e Lavinia si sono recati in discoteca al diciottesimo di una loro compagna di classe, Darma. I tre amici hanno dovuto lasciare il party abbastanza presto a differenza dei loro compagni. Il lunedì, prima di andare a scuola, il ragazzo legge dei messaggi del gruppo classe e scopre il perché di così tanta agitazione. La sera della festa una sua compagna di classe, Laura, è stata quasi violentata da un uomo di circa quarant’anni. Inizialmente Valerio non riesce a comprendere la gravità della situazione, a differenza dei suoi amici Carlos e Lavinia, e dei suoi compagni di classe. È grazie a Carlos, a Lavinia e a sua madre, Cate, con la quale ha un rapporto bellissimo, che il protagonista riuscirà a maturare e a cambiare il suo punto di vista. Grazie al lavoro di questi personaggi e alle dinamiche che Valerio vive, riesce a capire che quella della poesia non è solo una passione dedicata ad Elena, ma qualcosa che ha dentro lui. Infatti scriverà altri componimenti dedicati ad altre donne della sua vita, come quello intitolato “Se la tua colpa è di essere bella”, scritto per Laura, da cui trae nome il libro. Questo avverrà, in particolare modo, dopo che Elena sparirà quasi nel nulla. Tutta la storia ruota attorno a Valerio e alle figure femminili con le quali avrà a che fare il ragazzo. Ognuna di loro gli lascerà qualcosa di molto importante. È molto bello come romanzo, non solo perché tratta una tematica particolare e da me molto sentita, in quanto donna; ma anche perché, personalmente lo trovo un vero e proprio libro dedicato alle donne e alla loro figura, qualsiasi essa sia. Lo stile lineare e la narrazione in prima persona ne permettono una lettura fluida. Inoltre il tema della violenza sulle donne, qui trattato in tutte le sue sfaccettature, a seconda del personaggio che Valerio si trova davanti, non viene reso in modo troppo forte o crudo per chi legge. Per questo lo consiglio anche ai ragazzi più giovani. È un libro molto piacevole ma, al contempo, che aiuta a riflettere sulla forza delle donne, donne che non si arrendono davanti alle difficoltà e al dolore, sia fisico che morale.
Beatrice Montanari
4 LICEO CLASSICO, Istituto Gian Matteo Giberti
"Leggere on the road" - Progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi, maggio 2021

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online