Community » Forum » Recensioni

Vetro
2 1 0
Furno, Giuseppe

Vetro

Milano : Longanesi, c2013

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 0
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Venezia, 1569. Mentre la Serenissima Repubblica si sta preparando a un sanguinoso conflitto con l'Impero Ottomano e l'Inquisizione brucia migliaia di libri, l'esplosione dell'Arsenale illumina la notte, ed è violentissima. Intere contrade vengono rase al suolo, lasciando morti e feriti. Tra i soccorritori c'è Andrea Loredan, secondogenito del Doge e avvocato de' Prigioni, che si destreggia in uno scenario di devastazione e sofferenza destinato a cambiargli la vita. Nel frattempo, un vecchio nuota fra le fiamme che ardono sulla superficie della laguna: ha una missione da compiere in nome di chi ha amato. Riesce a salvarsi, solo per essere subito arrestato dalle milizie veneziane. Dice di essere un mercante turco di tappeti, ma lui e un ragazzo di nome Gabriele vengono gettati nelle Serenissime prigioni. Le accuse sono di inusitata gravità e la bellissima madre di Gabriele implora Andrea di assumere la difesa del figlio. Per difendere i due imputati, il giovane Loredan si trova invischiato in una serie di misteriose morti nel monastero della Celestia e incappa in un oscuro messaggio cifrato: la sua città, la città dei maestri vetrai, la città della libera stampa e della cultura, rischia di cambiare per sempre volto. In un rocambolesco intrigo, che lo conduce fino a Lepanto, nel cuore del conflitto che vede contrapposte le armate navali della Croce e della Mezzaluna, l'avventura di Andrea diventa un'appassionata, epica e travolgente battaglia in nome della libertà.

1709 Visite, 1 Messaggi

Libro piacevole da leggere anche se la struttura narrativa e il numero dei personaggi a volte lo rende un po' impegnativo. Si viene calati in una Venezia del Cinquecento, scoprendo figure di ruolo nella vita polita e sociale della Serenissima Dogale. A questo proposito per comprendere bene i vari ruoli conviene affidarsi ad un buon dizionario. Interessante anche la descrizione della marineria e di come si svolgeva il lavoro all'Arsenale per la costruzione di natanti. Simpatica l'idea di inserire parole dialettali. La trama è interessante abbracciando argomenti che vanno dall'Inquisizione alla Controriforma. Ma soprattutto bella è Venezia che ti viene voglia di organizzare una gita alla scoperta dei luoghi descritti nel libro.

  • «
  • 1
  • »

1458 Messaggi in 1292 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.