Community » Forum » Recensioni

Walden
5 1 0
Thoreau, Henry David <1817-1862>

Walden ; La disobbedienza civile

Milano : A. Mondadori, 2012

Abstract: Un secolo e mezzo dopo la sua pubblicazione, 'Walden' è diventato un totem indiscusso della mentalità improntata al ritorno alla natura, alla tutela ambientale, all'anticonsumismo e alla disobbedienza civile... Nella fitta messe di classici americani della metà del XIX secolo, 'Walden' è quello che più ha contribuito a costruire l'odierna percezione che l'America ha di se stessa. Così si esprime John Updike sul capolavoro di Thoreau pubblicato nel 1854. L'autore vi descrive la sua fuga nei boschi del New England e i due anni trascorsi sulle sponde del lago Walden in una capanna. Mentre conduceva il suo esperimento di vita nella natura selvaggia, venne arrestato per non aver pagato la poll-tax, destinata a finanziare la guerra contro il Messico e la conservazione dello schiavismo. All'episodio è dedicato l'altro scritto qui raccolto, La disobbedienza civile (1849), che, trascendendo le ragioni contingenti, offre riflessioni di estrema attualità sulla natura della democrazia e sul rapporto tra individuo e collettività. Amati da schiere di letterati e attivisti, da Hawthorne a Eliot a Martin Luther King, questi due celeberrimi scritti di Thoreau sono vivificati da una scrittura tanto immediata e semplice quanto meditata e ricca di fascino.

106 Visite, 1 Messaggi
ANDREA ZANOTTI
22 posts

«Quando scrissi le pagine che seguono – o meglio la maggior parte di esse – vivevo da solo, nei boschi, a un migliaio di distanza dal più prossimo vicino, in una casa che m'ero costruito da me sulle rive del lago Walden, a Concord, Massachussetts; mi guadagnavo da vivere con il solo lavoro delle mie mani... Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza, affrontando solo i fatti essenziali della vita, per vedere se non fossi riuscito a imparare quanto essa aveva da insegnarmi e per non dover scoprire in punto di morte di non aver vissuto». Walden è un pezzo di scrittura fenomenale che ha il potere di alterare completamente il tuo modo di pensare e il modo in cui vedi il mondo. È un libro su un uomo che ne ha abbastanza della società e di tutte le sue trappole; è un libro su un uomo che capisce che la vita moderna è inautentica e falsa. E per ritrovare un po' di autenticità, va a vivere da solo nel bosco.
Il secondo saggio Disobbedienza Civile è un’importante testimonianza di quello spirito libero e individualista che è stato Thoreau, anticipatore di quello che molto tempo dopo, grandi personaggi come Gandhi o Martin Luther King portarono alle estreme conseguenze. L’affermazione che "è giusto non rispettare le leggi quando queste offendono la dignità e la coscienza dell’uomo" ha una portata molto forte anche ai giorni nostri. Quando afferma che le punizioni, come la prigione, colpiscono solo il corpo dell’uomo, perché tale viene considerato il cittadino dallo Stato, ma non colpiscono la sua mente, la sua libertà di pensiero e di coscienza, attesta una verità importante. Che la libertà di pensiero è inoppugnabile.

  • «
  • 1
  • »

1453 Messaggi in 1287 Discussioni di 197 utenti

Attualmente online: Ci sono 6 utenti online