Community » Forum » Recensioni

La rivoluzione dei gelsomini
0 1 0
Ben Mohamed, Takoua

La rivoluzione dei gelsomini

[Padova] : BeccoGiallo, 2018

Abstract: A soli otto anni Takoua ha dovuto lasciare il paese in cui è nata per raggiungere il padre, rifugiato politico in Italia. Solo molto più tardi, dopo la Rivolta dei Gelsomini che abbatte la dittatura di Ben Ali, quella giovane donna cresciuta parlando con l’accento romano è potuta tornare in Tunisia per rimettere assieme i pezzi della sua storia familiare, per smascherare il funzionamento della macchina repressiva e testimoniare di come le donne – le grandi protagoniste di questa storia – ne fossero oggetto. Ed è ripercorrendo al contrario quel viaggio, che l’ha portata dalle porte del deserto del Sahara alla periferia di Roma, che conosciamo la storia di Takoua: la storia di una delle tante bambine che, nate o cresciute in Italia da genitori non italiani, molti si ostinano ancora a definire straniere. Non so se questo mio viaggio è un viaggio di andata oppure di ritorno. Non so dov’è casa mia: se nel profondo sud della Tunisia, in mezzo al deserto, o nelle strade più trafficate di Roma. Takoua Ben Mohamed

201 Visite, 1 Messaggi

“E si pone tante domande.
Era ancora innamorato di lei?
Tornerà davvero per lei e per i suoi figli?
L’ha forse abbandonata al suo destino?
E piange lacrime di gioia, sapendo che sta bene,
e lacrime di tristezza perché
gli manca l’amore della sua vita”

Una graphic novel diversa dal solito e… ricca di emozioni!
Takoua sarà in grado di farvi entrare nel suo mondo con semplici disegni e dialoghi a tratti commoventi, a tratti molto divertenti, un vero e proprio turbine di sensazioni.
Una storia adatta a tutti, che siano amanti della storia, delle biografie, della geografia e delle illustrazioni fatte a regola d’arte.
Inizialmente quest’ultime non mi avevano attirato particolarmente, poiché mi parevano fin troppo infantili, leggendo il libro invece ho compreso meglio le decisioni riguardanti il tipo di disegno scelto dall’autrice e le ho apprezzate molto.
La Tunisia è il luogo descritto dall’autrice e grazie alla sua storia ognuno di noi è in grado di sentirsi partecipe alla storia.
Le lettere in arabo mantenute in lingua originale permettono ai lettori di apprezzare maggiormente la cultura di Takoua e ci invoglia a informarci di più riguardo alle tradizioni e le condizioni di vita in Tunisia.
Tematiche forti come la tortura e la perdita degli affetti sono presentate molto bene dall’autrice e catturano l’occhio del lettore.
Nonostante io non sia amante degli animali, mi è piaciuto molto come viene trattato il rapporto tra animale e padrone, infatti talvolta essi possono salvarci dalla solitudine.
In aggiunta, il rapporto con i nonni mi ha ricordato me e mia nonna e mi ha fatto apprezzare notevolmente la graphic novel.
Probabilmente una delle migliori graphic novel che io abbia letto negli ultimi anni!

Alyssia Albrigo, Liceo Linguistico Don Bosco, Progetto PCTO Biblioteca Borgo Trieste, luglio 2023

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 7 utenti online