Community » Forum » Recensioni

Red Fox Road
0 2 0
Greenslade, Frances

Red Fox Road

Rovereto : Keller, 2022

Abstract: Francie e i suoi genitori sono in viaggio. È primavera, sono partiti dalla British Columbia, in Canada, diretti verso il Grand Canyon per un’escursione. Quando imboccano quella che dovrebbe essere una scorciatoia, succede il disastro: si rompe la coppa dell'olio e si ritrovano bloccati su una strada forestale in mezzo al nulla. Per Francie è quasi impossibile nascondere l'eccitazione: ha spesso fantasticato su come sarebbero riusciti a cavarsela se fossero rimasti isolati nel bosco, e ora ecco l’occasione per mettersi alla prova. Ma le sue abilità - accendere fuochi, costruire tepee e rifugi a tettoia, raccogliere aghi di abete per il tè - saranno sufficienti per sopravvivere quando le ore si trasformeranno in giorni e lei rimarrà da sola? Frances Greenslade si conferma una narratrice dallo sguardo molto originale, perfettamente a suo agio nel ritrarre tutto ciò che riguarda la natura, la sopravvivenza nelle terre selvagge così come il mondo - altrettanto pieno di mistero e stupore - nel quale si muove la tredicenne Francie.

180 Visite, 2 Messaggi
NISHA LAL
4 posts

Finalista al Premio Mare di Libri 2023, questo racconto (inizialmente avvincente) ruota attorno a Francie: 13 anni, avventuriera temeraria che insieme ai genitori è in viaggio verso il Grand Canyon. Prendendo una strada sbagliata, però, si perdono nella foresta dell’Oregon e improvvisamente il viaggio diventa un’avventura di sopravvivenza per la protagonista e la madre, mentre il padre si allontana in cerca di aiuto.
Da una prima lettura (interrotta) la scrittura mi sembra mooolto semplice e lenta, infatti consiglierei il libro a una fascia d’età 10-13/14. Penso anche che abbia un target molto preciso: giovani amanti della natura e dell’avventura (molto lontano dal mio).
Forse qualche anno fa l’avrei apprezzato, ma penso di averlo iniziato un po’ fuori tempo. È per questo che ho trovato molte delle scelte narrative azzardate, ad esempio inserire la figura della sorella gemella di Francie deceduta al parto, verso pagina 50, subito dopo, quasi in mezzo, alla lista delle piante commestibili per sopravvivere che stava scrivendo. Non ho ben capito come le due cose potessero essere collegate, è infatti a questo punto che, dopo vari tentativi, ho capito che questo libro non faceva per me…

Nisha Lal, Liceo Linguistico Copernico Pasoli, Progetto PCTO Biblioteca Borgo Trieste, luglio 2023

La vaghezza circa la genesi odisseica del nucleo familiare della giovane Francie verso il Grand Canyon, di natura dura e durevole, seppur sostanzialmente inconsistente nel suo dolente dondolio fra ricordi passati e passaggi presenti, pare farsi d'improvviso mitosi di mitiche capacità di sopravvivenza, fra ingegni pratici alla Crusoe e retoricismi pedanti, attribuendo a una protagonista che insiste nel voler esser creduto di incredibili capacità.
È già dai primordi che l'autrice Frances Greenslade tradisce il suo intento di presentare l'opera come realistica, ponendo di supporto alla trama basamenti fondamentalmente deboli, che più si prosegue nella storia più si disgregano in nient'altro che una favola, la quale piuttosto di accettarsi come tale preferisce chiudere qualche occhio di troppo. Essendo due gli occhi, due possono essere le sviste, ma superato questo fisiologico limite del lettore il narrato si inabissa in una cecità ellittica, passeggiando in tondo per i boschi dell'Oregon, qualche solo eterno giorno soltanto.

Fascia di età raccomandata: 11-15 anni

Eddy Sinardi, Liceo scienze umane Montanari, PCTO Biblioteca Borgo Trieste/Biblioteca Civica Ragazzi, luglio-agosto 2023

  • «
  • 1
  • »

1453 Messaggi in 1287 Discussioni di 197 utenti

Attualmente online: Ci sono 2 utenti online