Community » Forum » Recensioni

Chaos walking. La fuga
0 1 0
Ness, Patrick

Chaos walking. La fuga

Milano : Mondadori, 2021

Abstract: Esiste un posto in cui si parla senza dire nulla. Perché tutti sentono i pensieri degli altri, anche se non vogliono. Giorno e notte, lontano e vicino, il Rumore ti raggiunge sempre. Gioia, paura, rimpianto, speranza: non c'è scampo al caos incessante che ronza nell'aria e affligge gli uomini di Prentisstown come un morbo, dopo aver sterminato le donne. Eppure anche nel Rumore è possibile mentire. Todd è l'ultimo nato al villaggio, parla una lingua tutta sua e presto compirà tredici anni, l'età in cui nella comunità si diventa adulti. Un evento tanto atteso e dalle conseguenze inimmaginabili, protette da un segreto che tutti seppelliscono sotto strati di pensieri. Ma Todd sta per scoprire che esiste un buco nel Rumore, un nucleo di silenzio che nessun pensiero può sporcare, e che non è vero che tutte le donne sono scomparse. Da questo momento Todd dovrà correre e fuggire lontano, con il solo aiuto di un cane, un coltello e una ragazza, alla ricerca della verità.

250 Visite, 1 Messaggi

"Il Rumore è un uomo senza filtri e, senza filtri, un uomo è solo caos che cammina"

"Chaos Walking - La Fuga" di Patrick Ness, appartenente al genere distopico, narra la storia di Todd Hewitt, un ragazzo che sta per diventare uomo. A Prentisstown, una cittadina di 147 abitanti collocata su un altro pianeta, al compimento dei tredici anni avviene il passaggio che porta i bambini all'età adulta. È un paese molto particolare, poiché è abitato da soli uomini, a causa di una guerra contro gli Spackle, gli indigeni del pianeta, i quali hanno diffuso un germe che ha ucciso tutte le donne. O almeno così gli è stato raccontato. In questo posto il Rumore regna sovrano, come anche la capacità di leggere i pensieri degli altri: non si può farne a meno, c'è un continuo frastuono di parole e concetti confusi che aleggia nell'aria. Todd però riesce casualmente a trovare un buco di silenzio nel Rumore. Ciò lo costringe a lasciare la città senza che gli possa essere data una spiegazione da Ben, il suo genitore adottivo. Così il ragazzo parte alla ricerca dell'ignoto accompagnato dal suo fidato cagnolino Manchee.
È un libro abbastanza lungo ma la sua scorrevolezza rende la lettura piacevole. Ricco di colpi di scena, come il ritorno di alcuni personaggi nel corso della storia. Sono utilizzate alcune tecniche narrative che servono a far comprendere la centralità del pensiero nella vita degli uomini, per esempio troviamo il flusso di coscienza come modo per esprimersi da parte di Todd. Essendo il primo libro di una trilogia non credo troverete soddisfazione nel finale, ma lo consiglio vivamente se siete dei giovani alla ricerca di una lettura appassionante, dinamica e, bisogna dirlo, non troppo allegra.

Gabriele Zanini, Liceo Scientifico Galilei, Progetto PCTO Biblioteca Borgo Trieste, luglio 2023

  • «
  • 1
  • »

1462 Messaggi in 1296 Discussioni di 200 utenti

Attualmente online: Ci sono 7 utenti online