Community » Forum » Recensioni

Caporetto
0 1 0
Barbero, Alessandro <1959->

Caporetto

Bari ; Roma : Laterza, 2017

Abstract: Alle due del mattino del 24 ottobre 1917, i cannoni austro-tedeschi cominciarono a colpire le linee italiane. All’alba le Sturmtruppen, protette dalla nebbia, andarono all’assalto. In poche ore, le difese vennero travolte e la sconfitta si trasformò in tragedia nazionale. Oggi sappiamo che quel giorno i nostri soldati hanno combattuto, eccome, finché hanno potuto. Ma perché l’esercito italiano si è rivelato così fragile, fino al punto di crollare? Da cent’anni la disfatta di Caporetto suscita le stesse domande: fu colpa di Cadorna, di Capello, di Badoglio? I soldati italiani si batterono bene o fuggirono vigliaccamente? Ma il vero problema è un altro: perché dopo due anni e mezzo di guerra l’esercito italiano si rivelò all'improvviso così fragile? L’Italia era ancora in parte un paese arretrato e contadino e i limiti dell’esercito erano quelli della nazione. La distanza sociale tra i soldati e gli ufficiali era enorme: si preferiva affidare il comando dei reparti a ragazzi borghesi di diciannove anni, piuttosto che promuovere i sergenti – contadini o operai – che avevano imparato il mestiere sul campo. Era un esercito in cui nessuno voleva prendersi delle responsabilità, e in cui si aveva paura dell’iniziativa individuale, tanto che la notte del 24 ottobre 1917, con i telefoni interrotti dal bombardamento nemico, molti comandanti di artiglieria non osarono aprire il fuoco senza ordini. Un paese retto da una classe dirigente di parolai aveva prodotto generali capaci di emanare circolari in cui esortavano i soldati a battersi fino alla morte, credendo di aver risolto così tutti i problemi. In questo libro Alessandro Barbero ci offre una nuova ricostruzione della battaglia e il racconto appassionante di un fatto storico che ancora ci interroga sul nostro essere una nazione.

184 Visite, 1 Messaggi
ANDREA ZANOTTI
13 posts

Dopo aver visto uno dei tanti video su youtube sul tema Caporetto, da parte di Alessandro Barbero, decido di leggere questo libro. Barbero propone al lettore una ricostruzione molto dettagliata di quella che è stata una delle più grandi sconfitte del regno d'Italia. Pur essendo molto puntuale e meticoloso nel narrare ogni episodio e nel descrivere ogni singolo protagonista, il saggio non è noioso, ma, al contrario, risulta essere interessante ed appassionante. L'autore ricostruisce nei dettagli lo svolgimento della battaglia, tra eserciti, comandanti e strategie, con ricorso a molte testimonianze e documenti. E' utile anche per comprendere lo stato d'animo dei soldati e la mentalità delle alte sfere dell'esercito di allora, oltre alla situazione creatasi nelle campagne lungo il fronte in seguito allo sfondamento di Caporetto. Ne consiglio assolutamente la lettura.

  • «
  • 1
  • »

1313 Messaggi in 1181 Discussioni di 178 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.