Community » Forum » Recensioni

Il giovane Holden
0 2 0
Salinger, Jerome David <1919-2010>

Il giovane Holden

Roma : La biblioteca di Repubblica - L'Espresso, 2019

Abstract: Sono passati più di sessant'anni da quando è stato scritto, ma continuiamo a vederlo, Holden Caufield, con quell'aria scocciata, insofferente alle ipocrisie e al conformismo, lui e tutto quello che gli è cascato addosso dal giorno in cui lasciò l'Istituto Pencey con una bocciatura in tasca e nessuna voglia di farlo sapere ai suoi. La trama è tutta qui, narrata da quella voce spiccia e senza fronzoli. Ma sono i suoi pensieri, il suo umore rabbioso, ad andare in scena. Perché è arrabbiato Holden? Poiché non lo si sa con precisione, ciascuno vi ha letto la propria rabbia, ha assunto il protagonista a "exemplum vitae", e ciò ne ha decretato l'immenso successo che dura tuttora .

1094 Visite, 2 Messaggi

“A pensarci bene era una situazione abbastanza buffa in un certo senso, e di colpo ho fatto una cosa che proprio non dovevo fare. Mi sono messo a ridere”
«Non faccio che dire “piacere d’averla conosciuta” a gente che non ho affatto piacere d’aver conosciuto. Ma se volete sopravvivere, bisogna che diciate certe cose.»
“Il giovane Holden” è uno dei classici della letteratura del ‘900 e narra di un ragazzo impulsivo, insoddisfatto e privo di ambizioni che sembra disprezzare o deridere la maggior parte delle persone intorno a lui.
Holden è un adolescente appena stato espulso dal college che decide di tornare prima del previsto a New York, la sua città, e di trascorrere tre giorni da solo prima di tornare a casa. Durante questo fine settimana Holden incontra varie persone e alcuni di questi incontri saranno spunto di molte riflessioni. L’avventura di questi giorni è per lo più un continuo flusso di pensieri del protagonista.
“Il giovane Holden” è uno dei romanzi di formazione più conosciuti e per questo è una lettura molto consigliata agli adolescenti. Ho trovato questo libro molto interessante e da subito ho provato una certa simpatia per il protagonista sebbene appunto sia un personaggio che compie molte scelte discutibili. Holden dimostra infatti la tipica fragilità che spesso caratterizza molti adolescenti e per questo il libro risulta attuale nonostante sia stato scritto più di settant’anni fa.
Milena Marconi, Liceo Messedaglia
Progetto PCTO Biblioteca Ragazzi “Leggere on the road”, Agosto 2021

“Il Giovane Holden” di J. D. Salinger è un romanzo di formazione che ancora oggi, dopo più di settant’anni dalla sua prima pubblicazione, riesce a parlare alle menti dei lettori di ogni età. La trama è forse una delle più semplici mai viste: un sedicenne viene espulso per l’ennesima volta dal college e, non desiderando tornare subito a casa per annunciare la notizia alla famiglia, comincia a girovagare per le strade della Grande Mela frequentando locali notturni, hotel e treni dove avrà occasione di incontrare vecchie conoscenze. Ritengo che questo classico senza tempo, per quanto possa essere definito da molti tale, non sia adatto a tutti in quanto può risultare ripetitivo, odioso e senza un fine. Personalmente, avendo soddisfatto a pieno le mie esigenze, non mi rispecchio in nessuna di queste opinioni. Difatti, in mezzo a un’ordinaria ambientazione, spiccano dei dialoghi freschi e spontanei che aiutano a caratterizzare al meglio ogni personaggio. Capisco che la brutale onestà dei pensieri del protagonista possa apparire esagerata, ma sarei curiosa di vedere se qualcuno provasse a viaggiare nella vostra mente cosa scoverebbe. La capacità di questo racconto di prendere forma nella testa del lettore come nella scena di un film penso sia unica nel suo genere: i luoghi e la loro rispettiva atmosfera vivono sempre in sintonia con i sentimenti di Holden. Egli cerca di guardare attraverso gli altri per spiegarsi il loro modo di comportarsi, non guarda mai però attraverso se stesso, come se si fosse già arreso al comprendersi. Holden mente, fa il saccente, chiama chiunque “ipocrita”, è pessimista e pronto a giudicare chiunque. Ma Holden ama anche e, sebbene si trovi a un passo dall’oblio, non vuole sparire.

Lavinia Vicari, Liceo Classico Europeo Educandato agli Angeli, Progetto PCTO Biblioteca Borgo Trieste/Biblioteca Civica Ragazzi, luglio-agosto 2023

  • «
  • 1
  • »

1453 Messaggi in 1287 Discussioni di 197 utenti

Attualmente online: Ci sono 8 utenti online