Community » Forum » Recensioni

William Shakespeare e la tempesta del guanto mascherato
0 2 0
Ugolini, Lina Maria

William Shakespeare e la tempesta del guanto mascherato

Palermo : RueBallu, 2013

Abstract: Finché l'uomo avrà occhi, avrà respiro, vive la mia parola, e in lei sei vivo. Sì sono Mastro Shakespeare e dico che tu sei speciale Marco. Ai bambini speciali bisogna rivelare dei segreti importanti. Ascolta come ho imparato a giocare con l'arte dei sogni.

1146 Visite, 2 Messaggi

“William Shakespeare e la tempesta del guanto mascherato” di Lina Maria Ugolini

“I sogni sono veri quanto colui che li crea”.
I sogni sono in grado di rivelare tantissimi segreti e questo è ciò che accadrà a Marco, un bambino speciale, che insieme al suo compagno di avventure preferito, la scimmietta Zigghi, vivranno un viaggio ricco di magie e sorprese all’insegna di uno dei più grandi poeti inglesi di tutti i tempi, William Shakespeare. Grazie alla sua curiosità e al potere dei sogni, Marco vivrà un’esperienza indimenticabile, tutta da raccontare.
È un libro che fa letteralmente sognare.
La cura e la scelta con cui sono state create le pagine e le immagini sono davvero significative.
È scorrevole, leggero e molto breve, adatto per grandi e piccini.
Lo si può finire in pochissimo tempo, ma in quel poco tempo il pensiero riesce ad indossare un paio d’ali e spiccare il volo.

Deborah Regazzini, 4Gsu Liceo C. Montanari “leggere on the road” - progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi, agosto 2021

“Mai fidarsi di ciò che vero appare nella speranza è meglio confidare”
L’autrice Lina Maria Ugolini è riuscita a dare vita a una storia curiosa e avvincente che si adatta perfettamente all’immaginario dei bambini e che riesca ad introdurre il famoso autore inglese nella loro mente. Nel libro vengono affrontate con delicatezza e semplicità le tappe fondamentali create da Shakespeare come il teatro The Globe; ma all’interno della narrazione vi sono presenti anche numerose citazioni tratte dalle commedie shakespeariane, come: “Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni”. Tutto ciò viene affrontato dal piccolo Marco, un bambino curioso che tramite questo magico sogno impara a conoscere meglio William Shakespeare, il tutto viene accompagnato da delle raffigurazioni create da Pia Valentinis che aiutano alla comprensione del racconto. Il linguaggio usato è molto semplice e si adatta perfettamente alla storia narrata, proprio per questo motivo consiglio vivamente la lettura del libro a un target 10, poiché può essere un ottimo modo per far avvicinare i bambini, già da piccoli ai classici; consiglio il libro anche a un pubblico di ragazzi, perché può essere una lettura semplice e di intrattenimento.
Ana Maria Ghetivu, Liceo Scientifico Copernico Pasoli, Progetto PCTO Biblioteca Civica, settembre 2023

  • «
  • 1
  • »

1453 Messaggi in 1287 Discussioni di 197 utenti

Attualmente online: Ci sono 4 utenti online