Community » Forum » Recensioni

Trilogia delle ragazze
0 1 0
Masini, Beatrice

Trilogia delle ragazze

Milano : Rizzoli, 2018

Abstract: Una manciata di giorni in montagna nel cuore dell'inverno, e la sorpresa di capire che un amore per sbocciare non ha bisogno di troppe parole. Un'estate di ore infinite, sabbia e vento, e una ragazzina che non sa se ha voglia di crescere, o forse ne ha troppa; quell'estate che ogni bambino ricorda quando non è più un bambino. Un anno scolastico in un liceo femminile alla fine degli anni Settanta: le amicizie, quelle vere e quelle no, gli scherzi, le invidie, le risate, la voglia di cambiare se stessi e il mondo intorno. Tornano in libreria due romanzi di Beatrice Masini ormai introvabili, L'estate gigante e Giù la zip, per l'occasione impreziositi da un racconto inedito, I bottoni: tre storie di oggi e di ieri, di ricordi, di timida determinazione e insospettabile spavalderia, tre storie di ragazze che si affacciano alla vita senza sapere che la loro età spinosa e complicata è - sarà - indimenticabile.

917 Visite, 1 Messaggi

“ Come se avessero paura di lasciar scappare via la vita, di chiuderla fuori, e che là sotto, per la strada, succeda chissà cosa mentre loro, lì dentro, seguono le lezioni, ridono, hanno paura, scherzano, crescono. Come se dare un'occhiata, anche breve, fosse un modo di rimpossessarsi di tutto quanto, di non perdere il controllo. ”

Pura poesia in prosa.
La raccolta si focalizza su tre storie ambientate in tre periodi dell'anno: vacanze invernali, vacanze estive e l'anno scolastico 1977/1978.
Le situazioni, sin da subito, appaiono strane e fuori dal comune, ma è proprio la loro rarità a scatenare nel lettore un sentimento diverso, qualcosa di eccezionale. Seppur le tre protagoniste siano molto diverse sia per carattere che per atteggiamenti, ad accomunarle è il desiderio di vivere il momento, crescere, conoscere il mondo, andare contro le regole e cambiare la società nella quale vivono. Non si tratta solo di tre storie, bensì di tre sfaccettature di una fase di vita difficile e indimenticabile, di tre punti di vista che, nella loro diversità, aspirano a diventare grandi e a vivere.
La definirei una trilogia accattivante e coinvolgente grazie soprattutto al linguaggio realistico. Le parole sono confezionate con cura e riflettono quei piccoli ma importanti dettagli che rendono il periodo dell'adolescenza intenso, ricco di riflessioni ed esperienze, che sotto sotto sono comuni a tutti.
Le storie mi hanno fatto riflettere su come il periodo dell’adolescenza, indipendentemente dal tempo, sia una sfida, un ostacolo da superare; non tutto è rosa e fiori e l’autrice è stata perfettamente in grado di diffondere questo messaggio. Ho apprezzato molto come, in un periodo buio e grigio come questo, ci siano state storie a ricordarmi delle emozioni di una vacanza al mare, di un capodanno trascorso in montagna e di un anno scolastico fatto sia di amicizie che di inimicizie.

Ciobanu Alessia Stella, Liceo Copernico, progetto PCTO Biblioteca ragazzi “Leggere on the road”

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 6 utenti online