Community » Forum » Recensioni

Ombre sulla sabbia
0 2 0
Chambers, Aidan <1934- >

Ombre sulla sabbia

Milano : Rizzoli, 2016

Abstract: Kevin, 17 anni, è nato e cresciuto a Marle, lembo di terra vicino a Newcastle che a seconda delle maree diventa isola. Unica sua coetanea in paese è Susan, amica d’infanzia e ora forse qualcosa di più, anche se non le ha mai rivelato i suoi sentimenti per un’inconsapevole fiducia che niente cambierà. E invece Susan è irrequieta, e la città è un magnete irresistibile per chi è insofferente alla sonnolenza che ammanta Marle. Quando Susan d’improvviso parte per la città, Kevin si sente spaccare la terra sotto i piedi, e contro tutto e tutti decide di seguirla.

986 Visite, 2 Messaggi

“In mare, su una barchetta, sei isolato e solo. E a volte quando sei in preda alle onde lo senti. Ma in una città affollata, dove la gente di notte è stesa fianco a fianco, ho capito per la prima volta cosa vuol dire veramente essere soli”

Kevin ha 17 anni, vive a Marle con la sua famiglia e la sua unica amica è Susan. Kevin è segretamente innamorato di Susan, ma è deciso a non rivelarle i suoi sentimenti, perché sicuro che niente e nessuno potrà mai separarli. Una sera però, in uno dei loro soliti incontri sulla spiaggia Susan confessa a Kevin che vuole andare via da Marle e cominciare una nuova vita in città, a Newcastle.
Susan parte una settimana dopo quella sera, Kevin qualche tempo dopo decide di raggiungerla e lasciare Marle, quell’isola che Susan ha definito morta.
Tutto però cambierà quando Kevin arriverà in città…
Ombre sulla sabbia è un libro che racconta una storia d’amicizia, di crescita e di cambiamento. È il primo libro scritto da Aidan Chambers, dedicato e ispirato dai suoi allievi.
Ho pensato molto a cosa dire per poter commentare questo libro, ma l’unica cosa che mi viene in mente è dire che è un capolavoro, ti tiene letteralmente incollato alle pagine fino alla fine. Le descrizioni dei paesaggi sono incredibilmente dettagliate, e se chiudi gli occhi ti ritrovi proprio in quei fantastici posti.
Consiglierei questo libro a chiunque, soprattutto a chi sta vivendo dei cambiamenti o a chi si sta allontanando da casa, perché sicuramente uno dei messaggi del libro è che anche se ti allontani dal posto in cui sei cresciuto rimarrà sempre dentro di te, e nel caso in cui volessi tornare ci sarà sempre qualcuno ad aspettarti.

Giulia Argentieri 4Fes liceo C. Montanari

"Leggere on the road" - Progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi, Luglio 2021

"In mare, su una barchetta, sei isolato e solo. E a volte quando sei in preda alle onde lo senti. Ma in una città affollata, dove la gente la notte è distesa fianco a fianco, ho capito per la prima volta cosa vuol dire veramente essere soli. [...]. Una grande città è un posto molto più solitario di una barca in mare aperto."

Quella che avete letto è una riflessione di Kevin, protagonista del romanzo "Ombre sulla sabbia". 17enne che abita sull'isola di Marle e compagno di avventure dell'unica coetanea Susan, subisce un duro colpo quando lei decide di trasferirsi nella vicina Newcastle a causa della mancanza di futuro per le sorti dell'isola. Dopo poco tempo Kevin capisce di provare dei sentimenti profondi per la sua amica e parte per riconquistarla, trovando però delle sorprese indesiderate. Il tema del cambiamento è centrale nella storia, ingigantito anche dal rapporto isola/città, ed è una delle poche cose che mi hanno convinto. Anche le numerose considerazioni di Kevin a riguardo sono secondo me un valore aggiunto. Veniamo invece ai tasti dolenti. L'introduzione alla quotidianità di Marle e il tempo impiegato a sviluppare lo svolgimento del racconto sono a parer mio esagerati. Così come l'estrema semplicità e piattezza della trama, incentivate dalle poche pagine dedicate alla vicenda effettiva. Aidan Chambers scrive nella nota dell'autore che il romanzo è nato a partire dalla sua classe di quindicenni poco avvezzi alla lettura. Devo dire che questo l'ho percepito parecchio. I suoi alunni tra le caratteristiche hanno richiesto la brevità e l'accessibilità del linguaggio. Il risultato è sicuramente calzante per ragazzi della loro età, ma sicuramente non lo consiglierei a coloro che come me sono già sulla via d'uscita dell'adolescenza. Oppure (momento sessismo) potrebbe piacere alle ragazze in cerca di una particolare storia d'amore, che a me non ha catturato fin dall'inizio.

Gabriele Zanini, Liceo Scientifico Galilei, Progetto PCTO Biblioteca Borgo Trieste, luglio 2023

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 7 utenti online