Community » Forum » Recensioni

Tutto quello che vorrei
0 1 0
Pavignano, Anna

Tutto quello che vorrei

San Dorligo della Valle : EL, 2013

Abstract: Fabio è un sedicenne allegro, che vuole fare nuove esperienze, conoscere la vita e l'amore. È carino, spiritoso, ribelle e ha poca voglia di studiare. Un ragazzo come tanti, con qualcosa in più: un deambulatore, aggeggio metallico che gli serve per compiere ogni passo della sua esistenza. Michela ha la stessa età di Fabio e, dopo la morte del padre, lascia la scuola e va a fare la parrucchiera: un lavoro che odia. Fabio e Michela s'innamorano. Il loro amore somiglia a quello di tanti giovani. È normale per loro; lo è anche per gli amici. I genitori, invece, la vedono diversamente: li contrastano e vietano loro di vedersi. I due ragazzi, certi del loro amore e del loro diritto a viverlo, scappano di casa e cercano un luogo che li protegga e, soprattutto, li allontani da un mondo adulto che li disapprova e li ostacola. Raggiungono, dunque, una grotta di montagna che sarà il loro rifugio e la garanzia della libertà di amarsi. Poi, un acquazzone prolungato e avviene un incidente: la grotta crolla, Michela rimane imprigionata e ferita. Solo Fabio, il ragazzo che, come lui stesso afferma, ha un bradipo al posto delle gambe, può salvarla. E non si tira indietro, affronta il rischio, supera i pericoli e anche i propri limiti fisici, in una notte terribile e indimenticabile, in cui riuscirà, con amore e rabbia, a salvare la sua ragazza.

911 Visite, 1 Messaggi

- Non ce l’abbiamo fatta, Fabio.
- Sí che ce l’abbiamo fatta: siamo vivi e siamo insieme.
- Stanno venendo a prenderci e ci riportano a casa.
- Per un po’, finché non stiamo bene.
- E poi?
Michela è sfiduciata, ma Fabio la rincuora.
- Poi, se non ci lasciano stare insieme, scappiamo di nuovo.
Però…la prossima volta andiamo al mare!

Fabio è un ragazzo di sedici anni che apparentemente può sembrare diverso da tutti i giovani della sua età, ma dentro di sé prova le stesse emozioni di tutti i suoi coetanei. Vuole fare nuove esperienze, conoscere molte persone e innamorarsi, è un bel ragazzo, un po’ ribelle e, cosa comune a molti, non ha tanta voglia di studiare. Per compiere ogni passo Fabio ha bisogno di un aggeggio metallico e per questo motivo si può dire che esteriormente è diverso dagli altri ragazzi…ma la diversità non è sinonimo di malattia. Michela ha sedici anni e anche lei come Fabio ha un passato difficile alle spalle: ha perso suo padre e dopo questo avvenimento è costretta ad aiutare la madre nel suo negozio di parrucchiera. Michela odia il suo lavoro ma tutto quanto cambia per lei nel momento in cui consce Michele e se ne innamora. Michela e Fabio vivono la loro storia d’amore normalmente, andando oltre i loro limiti, ma per i loro genitori quello che c’è tra loro è sbagliato e gli impediscono di vedersi. I due ragazzi sono convinti del loro amore e ci credono a tal punto che scappano da casa e si rifugiano nel loro nuovo nido d’amore: una grotta in montagna. Riescono ad allontanarsi dagli sguardi di disapprovazione dei loro genitori ma un giorno, dopo un lungo acquazzone, accade un incidente e la grotta crolla. Michela è in trappola e Fabio, pur di non perdere la sua amata, supera i suoi limiti fisici e la salva.

Sinceramente questo libro mi ha davvero commosso, è stato incredibile vedere come un ragazzo di sedici anni che ha dei limiti e delle difficoltà fisiche, sia riuscito ad andare oltre a queste per salvare la ragazza che ama. Al giorno d’oggi credo che le apparenze contino davvero troppo per alcuni, e spesso, soprattutto tra ragazzi, ci si fa un’idea di una persona partendo dal suo aspetto fisico, ma credo che non ci sia cosa più sbagliata. Guardando Fabio la madre di Michela non avrebbe mai pensato che sarebbe stato proprio lui a salvare la vita di sua figlia e invece, ancora una volta, l’amore ha avuto la meglio. Un altro aspetto che questo libro mette in luce è quanto non conti l’età in una storia d’amore, io trovo che “Tutto quello che vorrei” sia l’esempio perfetto per fare capire ai ragazzi che non è l’età a determinare quanto due persone possano amarsi perché Fabio e Michela hanno solo sedici anni, ma entrambi decidono di lasciare le loro famiglie per poter continuare a vivere la loro storia d’amore. Fabio rischia la vita per Michela e non se ne pente, anzi, dopo aver salvato Michela per tranquillizzarla le dice che non gli importa di quello che faranno i loro genitori, se ancora non hanno capito che loro due si amano scapperanno ancora…questa volta al mare. Consiglio questo libro a tutti e in particolare a quelle persone che credono che l’amore vero esista solo tra adulti, perché sono sicura che leggendo questo libro si ricrederanno.

Sofia Caramaschi Liceo Classico Scipione Maffei, 2I Comunicazione Web, “Leggere on the road” - Progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi, Luglio 2021

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 10 utenti online