Community » Forum » Recensioni

L'ultima mela
0 1 0
Gallo, Sofia

L'ultima mela

Cagli : Settenove, c2019

Abstract: Alice ha quindici anni e alle spalle una vita in famiglia difficile, tra i conflitti quotidiani e i misteri attorno a una nonna di cui si bisbiglia, ma nulla si dice. Tutto precipita con la separazione dei genitori e l'abbandono del fidanzato di sempre. Alice sembra sull'orlo della disperazione, ma si attacca al filo di un articolo sul giornale su una ragazza picchiata e finita in ospedale e decide di cercarla. Una ricerca che diventa un percorso di crescita individuale, in cui Alice scopre nuovi sentimenti, svela i misteri che avvolgono il passato, rivisita la storia di un giornale studentesco degli anni '60 e si attiva nel movimento delle donne contro la violenza. Scoprirà che i pregiudizi sono cattivi consiglieri e che la violenza può arrivare da ogni parte. Una bestia malvagia che va combattuta sempre. Dentro e fuori di noi.

1053 Visite, 1 Messaggi

“Le venne voglia di tornare sui suoi passi, cercarlo e fare una scenata, poi pensò, pensò e pensò.”
Alice è una studentessa del liceo Parini di Milano ed è appena stata lasciata dal suo ragazzo Federico senza nessuna spiegazione. Oltre a dover affrontare ciò, la sua famiglia cerca di svelarle misteri celati per anni e anni a partire dalla nonna Rita, che da giovane aveva frequentato lo stesso suo liceo e faceva parte della redazione del giornalino studentesco “La Zanzara”. Un giorno una notizia attira la sua attenzione: una ragazza massacrata di botte dal padre finisce in ospedale in condizioni critiche. Alice vuole conoscere Sabrina, la coetanea ricoverata, e la sua storia perché si sente emotivamente vicina a lei e crede che sia l'unica a capire cosa provi. Con la complicità di Armando e le testimonianze che vengono fatte loro, riusciranno a generare un movimento per liberare Sabrina dall’aria tetra e oscura in cui è avvolta, riuscendo a trovare il vero colpevole e scagionare il padre di lei.

Lo stile utilizzato da Sofia Gallo è semplice; non usa quasi mai periodi complessi bensì usa frasi minime ma d'effetto, che come frecce raggiungono subito il lettore. Il modo con cui tratta temi così attuali e spinosi mi fa capire quanta forza e chiarezza possegga la scrittrice.

Il libro è un vero e proprio percorso di formazione: inizialmente Alice è un’adolescente impulsiva, che agisce senza pensare, ma alla fine per la prima volta si ferma a ragionare trovando la soluzione migliore al suo problema. È estremamente testarda, forte, orgogliosa e femminista; desidera che tutte le donne possano sentirsi al sicuro nella società di oggigiorno, che possano godere degli stessi diritti degli uomini, e che certi taboo legati a una mentalità tradizionalista vengano finalmente abbattuti. Lei, grazie al giornalino, darà voce a quelle persone che di voce non ne hanno, facendo smuovere i cuori della gente perché tutti, e nessuno escluso, cerchi la verità.

Nanobi Chiara

Liceo A. Messedaglia 3N

“Leggere on the road” - Progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi, giugno 2021

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online