Community » Forum » Recensioni

Mi piaci ancora così
0 1 0
Gungui, Francesco

Mi piaci ancora così

Milano : Mondadori, 2011

Abstract: Luca ha deciso di provarci, ha deciso che per costruire qualcosa di bello e di grande nella vita non può fare altro che andarsene dall'Italia e iscriversi a Berkeley. E Alice non può fare altro che accettare la sua scelta e affidarsi a Skype, anche se ha paura. Paura che il loro rapporto si riduca a un quanto mi manchi, paura che Luca si innamori di un'altra, che scopra una vita più divertente, che si dimentichi di lei... San Francisco aspetta Luca per travolgerlo e farne un salvatore di ballerine di lap dance, un manager di gruppi grunge improvvisati, un aiutocuoco, e forse, solo forse, uno studente. Ma Milano saprà non essere da meno con Alice: un articolo di giornale che si trasforma in una grande occasione, una canzone che rischia di svelare troppi segreti, un compagno di scuola che sembra il ragazzo perfetto... Alice e Luca si scopriranno molto diversi da quel che credevano. Ma se la lontananza può fare tutto questo, può anche cancellare il loro amore? Età di lettura: da 14 anni.

1021 Visite, 1 Messaggi

“Ogni tanto mi chiedo cosa sia l’amore. Lo so, è una domanda tremendamente patetica ma, mi chiedo, è possibile dare una definizione esatta dell’amore?”

Alice e Luca. Luca e Alice. Due giovani ragazzi innamorati, che vivono a Milano, vengono d’un tratto travolti da una serie di novità improvvise. In primis la partenza di Luca, che decide di trasferirsi a San Francisco, senza un motivo apparente. Riuscirà il loro amore a sopravvivere non solo alla distanza, ma anche ad importanti cambiamenti e a nuove conoscenze?
Con “Mi piaci ancora così”, Francesco Gungui racconta la storia di due esistenze profondamente intrecciate, segnate da eventi avvincenti e toccanti. L’autore sceglie di utilizzare il doppio narratore, lasciando la parola sia ad Alice che a Luca: il lettore segue così la vicenda da entrambi i punti di vista e può immedesimarsi nei due protagonisti allo stesso modo.
Il linguaggio adoperato è semplice ed efficace, la trama è avvincente.
La lettura è adatta ai ragazzi, perchè racchiude una storia curiosa, che lascia libertà all'immaginazione e ai sogni. Le vicende sono accompagnate da alcune “grandi” domande esistenziali, che avvicinano il lettore ai personaggi del romanzo.

Chiara Sabaini, Liceo Copernico, Progetto PCTO “Biblioteca Ragazzi”, “Leggere on the Road”

  • «
  • 1
  • »

1462 Messaggi in 1296 Discussioni di 200 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online