Community » Forum » Recensioni

Berlin
0 1 0
Geda, Fabio - Magnone, Marco

Berlin

Milano : Mondadori, 2017

Abstract: Berlino, 1978: l'ombra del Muro si proietta su una spettrale città in rovina. Gli esseri umani sembrano spariti nel nulla. Al loro posto regnano la natura selvaggia e gli animali in cerca di cibo. Di umano, però, sono rimasti i ragazzi, unici sopravvissuti al micidiale virus che tre anni prima ha sterminato tutti gli adulti. Ognuno di loro sa che, dopo i sedici anni, è condannato a morire a causa del morbo letale. Guardinghi e furtivi, lottano per la sopravvivenza divisi in gruppi in perenne lotta tra loro: Gropiusstadt, Havel, Reichstag, Tegel, Zoo. Christa e Jakob hanno quattordici anni e fanno parte di due diversi gruppi. Forse continuerebbero a restare divisi e distanti, se qualcuno non rapisse il piccolo Theo. Per salvarlo, ha inizio una lunga avventura in cui, tra feste della morte, animali famelici e violente tormente di neve, la vera sfida è non arrendersi mai.

30 Visite, 1 Messaggi

“apri gli occhi Sven! Il mondo di prima è scomparso, volatilizzato; non c’è più niente da sperare e da fare, se non goderci la libertà che il mondo di prima ci ha sempre sottratto. niente adulti, niente “fai questo o fai quello”; e tu Sven, tu stai per morire. Accettalo. Cancella il passato e dimentica il futuro. Esiste solo qui e l’ora, e ora è tempo di giocare.”
Berlin è una trilogia raccontata a 2 mani da Fabio Geda e Marco Magnone dove vengono narrate le vicende di una Berlino di fine anni 70’ colpita violentemente da un virus, che si prende in poco tempo le vite di tutti gli adulti, lasciando la città solamente ai ragazzi orfani. Questi ragazzi devono ora sopravvivere alle circostanze estremamente ostili e devono imparare a convivere fra i vari gruppi che sono andati ad instaurarsi. Ogni gruppo, fra i ragazzi di Tegel, di Gropiusstadt, e le ragazze dell’Havel ha un modo differente di vedere questi ultimi anni che potranno vivere. C’è chi cerca di sopravvivere godendosi tutti i momenti sentimentali e amorosi, e chi, rassegnato della morte imminente all’avvicinarsi dell’età adulta, prova a compiere sfide di coraggio che in un contesto normale sicuramente non avrebbe azzardato.
Personalmente il libro mi è piaciuto molto e va a richiamare questo periodo pandemico seppur in un contesto molto più drammatico. Consigliabile a tutti i ragazzi nella fascia dai 14 ai 19 anni.
Costa Riccardo 4esp liceo Copernico
progetto "leggere on the road" Aprile 2021

  • «
  • 1
  • »

1133 Messaggi in 1036 Discussioni di 130 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.