Community » Forum » Recensioni

La stanza del lupo
0 1 0
Clima, Gabriele

La stanza del lupo

Cinisello Balsamo : San Paolo, 2018

Abstract: Nico ha sedici anni, la passione per il disegno e un problema: una rabbia che non riesce a controllare e che gli è già costata qualche sospensione a scuola. Ma a Nico non importa, tutto ciò che vuole è essere lasciato in pace e disegnare sui muri della sua stanza, sorbendosi le sfuriate del padre che ogni settimana deve chiamare un imbianchino per ritinteggiare le pareti. A parte Leo, uno sbandato con la mania dei selfie estremi, e pochi altri, l'unica persona disposta a stargli accanto è Claudia, che lo accetta e lo ama nonostante il suo carattere. Nel frattempo, dai boschi circostanti, un lupo scende fino alla città. Già in passato era successo, ma questa volta sembra che l'animale abbia puntato Nico, e ora lo cerchi, lo bracchi e lo segua ovunque. Finché, una notte, Nico lo affronta apertamente.

1001 Visite, 1 Messaggi

“Si era svegliato a mezzogiorno, nelle strisce di luce che filtravano dalle imposte chiuse. Aveva aperto gli occhi, guardato il mondo fuori, e il sole che compiva il suo giro sopra il mondo fregandosene di tutto, di lui, degli altri di suo padre, della bestia che gli dormiva dentro. Soprattutto della bestia che gli dormiva dentro”.
Gabriele Clima con questo libro ci regala una storia diversa dalle altre, una storia che si concentra sulla rabbia e sul problema di un ragazzo, Nico, che non è in grado di gestirla. Sebbene abbia una grande passione, il disegno, il padre non sembra assecondarlo in questo, perché il ragazzo dipinge sulla parete della sua camera e periodicamente il padre chiama un imbianchino per ripulirla. Nico ha un amico, un po’ ribelle e folle, e anche una ragazza, Claudia. Nico ad un certo punto perde totalmente il controllo della sua rabbia e combina qualche incidente a scuola. Nel frattempo, il ragazzo inizia a incontrare un lupo misterioso in città, e starà a lui decidere di dargli ascolto oppure no.
Una storia decisamente coinvolgente, profonda, interessante dal punto di vista delle emozioni dei protagonisti del libro, che sono infatti emerse in maniera chiara ed emozionante. Un aspetto particolarmente efficace è il “sollievo” che rappresenta per lui l’arte, che molte volte riflette le emozioni e i “tumulti” che la sua rabbia provoca il lui.
Consiglio questo libro ai lettori più giovani, dai 16 ai 19 anni, che vogliano informarsi su questo problema che affligge alcune persone e che vogliono trovare ispirazione per uscire da momenti difficili della vita per poi rinascere più forti di prima.
Sofia Sambugaro
IV Liceo Copernico
“Leggere on the road”- Progetto PCTO Biblioteca Ragazzi, aprile 2021

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 9 utenti online