Community » Forum » Recensioni

Il penultimo pericolo
5 1 0
Snicket, Lemony

Il penultimo pericolo

Milano : Salani, [2007]

Abstract: Se questo è il primo libro che avete trovato mentre cercavate la vostra prossima lettura, allora la prima cosa che dovete sapere che questo penultimo libro è la prima cosa che dovete mettere via. Purtroppo, questo volume contiene la penultima cronaca della vita degli orfani Baudelaire, e non è penultimo a nessuno in quanto a tristezza, disperazione e spiacevolezze. Probabilmente la penultima cosa che avete voglia di leggere è una storia con un cannone sparafiocina, un solarium sul tetto, due iniziali misteriose, tre trigemini non identificati, un famigerato criminale e un curry insipido. Le penultime cose sono le prime da evitare, perciò consentitemi di raccomandarvi di mettere via per prima cosa questo penultimo libro, e trovare qualcos'altro da leggere. come per esempio il penultimo libro di un'altra cronaca, o una cronaca che contenga altre penultime cose, in modo che questo penultimo libro non diventi l'ultimo libro che leggerete. Età di lettura: da 9 anni.

10 Visite, 1 Messaggi
LAURA BUFFA
65 posts

Siamo giunti al dodicesimo capitolo delle misere avventure degli orfani Baudelaire. Violet, Klaus e Sunny Baudelaire hanno perso i loro genitori in un tragico, misterioso incendio che non sembra affatto essere stato un incidente. Nel mezzo delle loro disavventure, hanno tentato in tutti i modi di raccogliere informazioni sui V. F. come suggerito dai trigemini Pantano. I V.F. spiegherebbero il passato del perfido Conte Olaf, un uomo spregevole e senza scrupoli che, pur di mettere le grinfie sui soldi dei Baudelaire e dei Pantano, è disposto a uccidere chiunque si metta in mezzo. Giunti di fronte all’hotel Climax con un tassì guidato da Kit Snicket, i tre orfani si travestiranno da portieri per entrare in hotel indisturbati. L’albergo Climax è composto da dieci piani e lo stesso edificio è a cura di due manager. Potrebbe sembrare una notizia senza alcun nesso logico ma, in verità, i due manager sono due facce della stessa medaglia; Frank e Ernest. Ernest è quello malvagio, per intenderci. E i Baudelaire devono stare attenti con chi parlano quando sono in hotel. Nel frattempo, tenute le raccomandazioni, i tre fratelli decidono di dividersi le sezioni dell’hotel da sistemare – e perlustrare – ed è proprio in quel momento che Violet incontra Esmè Squalor nel solarium. Violet, che cerca di non farsi riconoscere, riesce ad origliare la conversazione fra Esmé e Geraldine Julienne, un altro personaggio della saga di Una serie di sfortunati eventi che avrete incontrato solo se avete letto il libro precedente. Il discorso fra le due donne riguardava un cocktail da prendere in un giorno specifico ma prima che Violet potesse capire bene se si trattava del piano del Conte Olaf o di un raduno dei V.F. la conversazione viene interrotta da un altro personaggio presente nel solarium. Anche Klaus incontra due volti non proprio nuovi – o meglio un volto visto che il secondo è sempre coperto da una nube fitta di fumo di sigaro -, ossia Charles e Signore. Charles è l’uomo che ha cercato di aiutare i Baudelaire nella Segheria Ciocco Fortunato dando loro dei pasti decenti invece che delle gomme da masticare, ma niente di più. Charles è socio di Signore, proprietario della Segheria il quale ha il volto sempre coperto dal fumo ed è impossibile riconoscerlo; entrambi vengono scortati alla sauna, dove li attenderà Ernest – il manager non proprio buono. Nel frattempo, anche la piccola Sunny incontrerà il vicepreside Nero dell’orribile accademia – se vi ricordate il libro L’atroce accademia – per cui aveva lavorato come segretaria e altri due personaggi. Ma cosa ci faranno tutte queste persone nello stesso hotel? L’hotel Climax nasconde più di un segreto? Riguarda i V. F.? E dove sarà, a questo punto, il Conte Olaf? Gli orfani riusciranno a trovare le risposte del caso Snicket una volta per tutte?
L’autore del libro si augura che queste siano le penultime, sofferte disavventure degli orfani che voi lettori possiate leggere prima della fine della storia. E Lemony Snicket si augura anche che voi lettori, una volta giunti a questo punto, sarete comunque disposti a far compagnia agli orfani nel loro lungo viaggio.

Laura Buffa
Progetto di tirocinio "La promozione della lettura in biblioteca" gennaio-febbraio 2021

  • «
  • 1
  • »

1071 Messaggi in 986 Discussioni di 111 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online