Community » Forum » Recensioni

La caduta del sole di ferro. N.E.O. Libro 1
0 2 0
Bussi, Michel <1965- >

La caduta del sole di ferro. N.E.O. Libro 1

Roma : e/o, 2020

Abstract: Una catastrofe ambientale ha spopolato il mondo. A Parigi gli unici sopravvissuti sono due gruppi di dodicenni, i ragazzi del tepee e i ragazzi del castello. Cresciuti senza genitori e senza l'assistenza di nessun adulto, i ragazzi del tepee sono una tribù abbastanza selvaggia che vive nella torre Eiffel tappezzata di pelli (il tepee, appunto) e si nutre andando a pesca sulla Senna o a caccia al Bois de Boulogne nel frattempo diventato una foresta. Anche i ragazzi del castello (il Louvre) sono cresciuti senza adulti, ma fin dalla loro nascita si sono ritrovati inseriti in un sistema di apprendimento che ha consentito loro di sviluppare un'organizzazione di vita diametralmente opposta a quella del tepee: sono vegetariani, coltivano loro stessi gli ortaggi che mangiano, sono istruiti. I due gruppi, pur sapendo dell'esistenza l'uno dell'altro, non sono mai venuti in contatto. A cambiare quello stato di tregua prolungata basato sulla reciproca diffidenza interviene uno strano avvelenamento dell'ambiente che comincia a sterminare uccelli e piccoli mammiferi. I ragazzi del tepee sono convinti che a diffondere il veleno siano quelli del castello. La guerra sembra inevitabile.

970 Visite, 2 Messaggi
LAURA BUFFA
65 posts

Si tratta del primo libro della saga distopica di Michel Bussi, noto scrittore francese, che ha deciso di ambientare NEO proprio a Parigi. Non una Parigi qualsiasi bensì una Parigi distopica in cui i ragazzi sono sopravvissuti ma non gli adulti. E sono proprio i ragazzi a dettare legge nel loro territorio di appartenenza; i due territori noti sono quello della Torre Eiffel e quello del Louvre, abitati da due tribù differenti di giovani con modi di fare completamente differenti. I primi si procurano il pesce nel fiume della Senna, i secondi sono del tutto vegetariani e utilizzano i libri per espandere la propria cultura. Zyzo è uno della tribù della Torre Eiffel. Per scoprire il nemico e l’altra tribù, i ragazzi decidono di mandare in avanscoperta proprio Zyzo e ciò che accadrà dopo sconvolgerà per sempre gli equilibri di Parigi.
Una saga nuova, avventurosa, ambientata in una Parigi insolita, selvaggia e oltremodo affascinante.

Laura Buffa
Progetto di tirocinio "La promozione della lettura in biblioteca" gennaio-febbraio 2021

“E dal senso di ingiustizia è nato un sentimento finora estraneo al castello.” “La caduta del sole di ferro” è un romanzo distopico di Michel Bussi. È il primo capitolo di una serie distopica ambientata a Parigi. I protagonisti di questo romanzo sono due tribù di ragazzi di dodici anni, gli unici sopravvissuti ad una catastrofe che ha fatto estinguere tutti gli adulti. Le due tribù hanno vissuto in pace per tutta la loro vita, fino a che tutto ad un tratto la guerra sembra diventare inevitabile. Sembra infatti sempre più difficile coesistere con due stili di vita molto diversi, soprattutto quando a causa di misteriosi avvenimenti vengono a mancare le risorse vitali, come il cibo. La narrazione è scorrevole e movimentata, cattura il lettore facendolo entrare in un mondo molto simile a quello che ha lasciato iniziando la lettura. I personaggi descrivono vari aspetti della nostra società e mostrano di incarnare le diversità di essa. Le due tribù diventano quindi la rappresentazione della nostra società, mostrandoci come ci sia sempre una soluzione alternativa alla violenza. Le avventure dei ragazzi di dodici anni ci coinvolgono facendoci vivere sulla nostra pelle la loro adrenalina. Consiglio questo libro a tutti i lettori che in questo periodo difficile hanno bisogno di vivere qualche avventura.
Giorgia Paganello Liceo classico Scipione Maffei, 1 B Polis “Leggere on the road” – Progetto pcto con la Biblioteca Ragazzi, Giugno 2021

  • «
  • 1
  • »

1459 Messaggi in 1293 Discussioni di 199 utenti

Attualmente online: Ci sono 3 utenti online