Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Melmoth l'Errante - Charles Robert Maturin

«La narrativa fantastica gotica inglese e tedesca si diffuse allora con profusione molteplice e mediocre [...] Questa particolare scuola stava gradatamente esaurendosi, ma prima del definitivo insabbiamento, nacque la sua ultima e più grande figura nella persona di Charles Robert Maturin (1782-1824), un oscuro e eccentrico prete irlandese [...] Melmoth è il racconto di un gentiluomo irlandese che nel diciassettesimo secolo ottiene dal Diavolo una vita prolungata in modo soprannaturale a prezzo della sua anima. Se può convincere un altro ad accettare il trasferimento del patto, allora egli sarà salvo [...] Nessun lettore imparziale dubita che con Melmoth si è fatto un grosso passo avanti nella evoluzione del racconto dell'orrore. La paura viene tolta dal regno del convenzionale ed esaltata come una terribile macchia che incombe sul destino dell'umanità»

da: H.P. Lovecraft, L'orrore soprannaturale in letteratura, SugarCo, Varese 1994, p. 37-38
(Testo in inglese di Supernatural Horror in Literature)

Heidi - Francesco Muzzopappa

Un libro leggero ma intelligente, ben scritto e con uno humour molto fine.
Ho apprezzato particolarmente i titoli esilaranti delle vecchie canzoni in dialetto milanese.

Pappagalli verdi - Gino Strada

Da qualche parte nel mondo, un buon padre di famiglia, dopo aver progettato una bomba a forma di giocattolo che farà saltare in aria migliaia di bambini, torna a casa e abbraccia i suoi figli. Difronte a questa follia, Gino Strada non cerca di dare spiegazioni, semplicemente si rimbocca le maniche e si mette concretamente dalla parte delle innocenti vittime della guerra, e non dei loro folli carnefici. Un diario di bordo asciutto e lucido, a tratti veramente straziante, a tratti emozionante e ricco di speranza, da parte di una persona eccezionale che ha dedicato la sua vita a curare i più deboli. Quando uscì questo libro, fu come un faro che illuminò la cattiveria e disumanità della guerra e di tutti coloro che la promuovevano, e contribuì a un forte movimento di opinione popolare che sfociò nel 1997 in una legge che vietava la produzione di mine antiuomo. Non occorre dire quanto i temi affrontati dal libro siano ancora tragicamente attuali, e, in quanto cittadini consapevoli e aventi diritto di voto, ci coinvolgano in prima persona!

Ondina - F. de La Motte-Fouqué

«Il più artistico fra tutti i racconti misteriosi europei è il classico tedesco Undine (Ondina) (1814) di Friedrich Heinrich Karl, Baron de la Motte Fouqué. In quella storia di uno spirito acquatico che sposò un mortale e ottenne un'anima umana vi è delicata bellezza di esecuzione che lo rende importante in qualsiasi settore della letteratura e una semplice naturalezza che lo accosta al genuino mito popolare [...] Molti brani e i tocchi di suspense del racconto rivelano Fouqué come un artista completo nel campo del macabro; specialmente la descrizione del bosco invaso dai fantasmi, con il gigantesco uomo bianco e diversi terrori indicibili che compaiono all'inizio della narrazione»

da: H.P. Lovecraft, L'orrore soprannaturale in letteratura, SugarCo, Varese 1994, p. 53-55
(Testo in inglese di Supernatural Horror in Literature)