SOCIETA' LETTERARIA

SOCIETA' LETTERARIA

Attività Culturale della Società Letteraria di Verona

Benvenuto nella pagina dell'Attività Culturale, questa pagina è sincronizzata con il Calendario della Società Letteraria

Le Conferenze in programma nella sala Carlo Montanari verranno trasmesse in streaming qui sotto



Programma Culturale della Società Letteraria di Verona

Iperconnettività e caos nei grandi conflitti mondiali

Saluti

Riccardo Giumelli

Pres. Associazione Italia-Stati Uniti Verona


Intervengono

Relatore Stefano Verzé

Pubblicista, esperto di politica internazionale

L’incontro sarà allietato da alcune musiche prima e dopo l’incontro con studenti e docenti del Liceo Musicale Montanari

I 260 anni dell’Accademia Cignaroli

ciclo di incontri per celebrare un anniversario

Riccardo Caldura

Una splendida storia


L’Accademia di Belle Arti di Venezia

Riccardo Caldura, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, parlerà dell’antica istituzione, rivolgendo particolare attenzione all’attività svolta negli ultimi decenni. Dopo alcuni cenni di carattere storico, tema centrale dell’intervento saranno i cambiamenti avviati in epoca recente, primo fra tutti il cambio di sede, avvenuto nei primi anni duemila con il trasferimento lungo la Fondamenta degli Incurabili, e l’attivazione di percorsi formativi più in sintonia con i tempi attuali.

Prioritario sarà comprendere come possa una tradizione legata alle discipline classiche, quali la pittura e la scultura insegnate in una scuola fondata nel 1750, vocarsi alle trasformazioni di natura concettuale, formale e tecnica, messe in campo dalle ricerche contemporanee. Ne consegue l’ineludibile rapporto con le nuove tecnologie legate alla formazione artistica, e non solo. Le recenti trasformazioni, cui è soggetto l’intero comparto dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), implicano un progressivo accostamento ai percorsi universitari, secondo un approccio che non deve perdere di vista quella vicinanza fra aspetti teorici, teorico-pratici e laboratoriali che contraddistingue i percorsi accademici. Una riflessione sulle prospettive che un’Accademia deve oggi offrire comporta la necessità di ripensare i termini della formazione artistica anche nell’ottica di nuove opportunità professionali. Per tale ragione, nel caso di Venezia, ciò ha significato riorganizzare e ampliare gli spazi destinati alla didattica e formulare, come è avvenuto negli ultimi due anni, nuove proposte di percorsi sia biennali che triennali, anche per far fronte a una crescente richiesta da parte di giovani interessati ad intraprendere studi in ambito artistico.


Riccardo Caldura, laureatosi con Umberto Galimberti alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Venezia, da molti anni all’attività di ricerca teorica e alla relativa produzione saggistica, accosta quella di curatore. Fra le attività e le curatele più recenti si segnalano: Picasso illustrador. Poesia – Donna. Storia Naturale, Museo Rimoldi di Cortina d’Ampezzo (Grafiche Antiga, 2019), poi al Museum of Contemporary Art Metelkova, Lubiana (18 novembre 2021-20 febbraio 2022, con catalogo in inglese e sloveno); il convegno Emilio Vedova. Arte, didattica, impegno civile, i cui atti sono pubblicati nell’Annuario dell’Accademia di Belle Arti di Venezia (Laterza editore, 2022). Fra i saggi più recenti: Giuseppe Chiari: il suono dell’esistenza, in Giuseppe Chiari. Immagine Suono Performance, a cura di Cosetta Saba (Postmedia books, 2023). Dalla primavera del 2023 collabora con la Fondazione Alberto Peruzzo di Padova, per la quale ha curato le mostre: Uno spazio ritrovato. Opere storiche e contemporanee nella Nuova Sant’Agnese (31 marzo -15 luglio 2023); Esther Stocker – Uno scenario mentale (11 novembre 2023 – 3 marzo 2024); Orditi della razionalità (11 novembre 2023 – 3 marzo 2024); Plessi. Nero oro (6 aprile – 10 ottobre 2024). Dal 1994-1995 è docente di Fenomenologia delle arti contemporanee all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Dal 2020 al 2023 ha svolto il suo primo mandato come Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, ed è stato confermato per un secondo mandato (2024-2026).

Programma del ciclo di incontri

Mario Scelba L’impegno politico negli anni 40 e 50

Presentazione del libro di Giovanna Maggiora

Saluti

Daniela Brunelli

Presidente della Società Letteraria di Verona

Dialoga con l’Autrice

Alessandra Vaccari

Giornalista de L’Arena

Interviene

Elena Petrucci

Funzionario del Ministero dell’Interno in quiescenza

L’ombra azzurra di tutte le cose chiare. Nel giardino poetico di Lina Arianna Jenna

Attraverso il paesaggio.

Dialoghi tra scienza, arte e letteratura

Decima edizione

Introduce e presiede

Elisabetta Zampini

(Società Letteraria di Verona)

Relatori

Agostino Contò

(saggista e scrittore)

Riccardo Mauroner

(Educandato Statale Agli Angeli, Verona)

Elisabetta Zampini Componente della Commissione Scientifico Letteraria della Società Letteraria di Verona, si dedica allo studio della poesia italiana fra Otto e Novecento e alla poesia del Rinascimento relativa al paesaggio. È conduttrice di laboratorio di Lingua e Grammatica Italiana presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Brescia. Autrice di vari saggi letterari, ha conseguito nell’anno 2016 il Premio Fratelli Vassalini dell’Istituto di Scienze Lettere ed Arti di Venezia.

Agostino Contò E’ stato fino al 2020 bibliotecario alla Biblioteca Civica di Verona, dove ha curato la gestione dei fondi antichi e documentari, delle mostre bibliografiche e delle attività culturali, del Centro Studi Internazionale intitolato a Lionello Fiumi. A Fiumi e ai suoi corrispondenti ha dedicato saggi e edizioni. Si occupa da sempre oltre che di storia del libro, della stampa e della tipografia dei secoli XV-XVI (è stato docente a contratto per l’Università di Verona) anche di scrittura creativa con una particolare attenzione dedicata alla poesia sonora. Ha pubblicato, tra le cose più recenti:Poesia:Vacanze, Udine, Campanotto, 2019; Don’Ana e altre poesie sonore,Verona, Fluente records, 2019 (disco); The merchant of masks, New York, Chelsea editions, 2020 (translated by Gregory Conti) Narrativa: Ofelia e altri racconti, Vicenza, Ronzani, 2021. Insieme con Sergio Marinelli, nel 1996 ha curato l’edizione del volume di Lina Arianna Jenna, Campioni senza valore (Verona, Colpo di Fulmine edizioni).


Riccardo Mauroner Docente di Storia e filosofia, Istituto Agli Angeli Verona, pubblicista – Ha scritto per anni sulle pagine culturali del Corriere del Veneto. Ha pubblicato testi su tematiche riguardanti la psicoanalisi e il rapporto tra filosofia e Shoah. Collabora con la Comunità Ebraica di Verona. Nel 2023 ha curato la mostra e il catalogo “Play Zeno Cosini”.

Lord Byron. A 200 anni dalla morte

Introduzione di

Daniela Brunelli

Presidente della Società Letteraria

interventi:

Paola Tonussi


anglista

“Ferocia e tenerezza: gli amori veneziani”

Nicola Guerini


direttore d’orchestra

“C’è musica in tutte le cose, se gli uomini sapessero ascoltare…” (Don Juan)

Silvio Pozzani


storico

“Byron patriota italiano e filelleno europeo”