Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2008
× Nomi Cazzaniga, Alessio

Trovati 2 documenti.

Mostra parametri
 Il medico di Sefarad
0 0 0
Libri Moderni

Vidal, César

Il medico di Sefarad : romanzo / Cesar Vidal ; traduzione di Alessio Cazzaniga

Milano : Teadue, 2008

TEAdue ; 1547

Abstract: Metà del XII secolo. Il Mediterraneo attraversa un momento di tensione politica e religiosa: in Oriente Saladino si prepara ad assalire Gerusalemme e in Occidente gli invasori almohadi dilagano nella Spagna sefardita, imponendo ovunque il proprio dominio. Sono tempi agitati quelli in cui vede la luce, nella città di Cordoba, Mosè ben Maimon, medico e filosofo, meglio conosciuto come Maimonide. Figlio di uno dei più autorevoli rabbini dell'epoca, il piccolo Mosè impara a prendere le misure del mondo in seno alla lussureggiante tradizione erudita degli ebrei della Diaspora; fino a sperimentare sulla sua stessa pelle la condizione dell'esilio, cui è costretto insieme a tutta la famiglia dopo che i dominatori arabi hanno imposto al padre di ripudiare pubblicamente la propria fede e di abbracciare l'Islam. Seguiamo così un Maimonide ormai uomo attraverso i suq e le scuole di medicina, le sinagoghe e i palazzi, i porti e le città di Spagna, Marocco, Terra Santa ed Egitto; al cospetto di pazienti umili e grandi, di studiosi ebrei e medici arabi, la sua autorevolezza è tale da sovrastare i conflitti religiosi e culturali ispirando ovunque stima e rispetto.

Il medico del Sultano
0 0 0
Libri Moderni

Vidal, César

Il medico del Sultano / Cesar Vidal ; traduzione di Alessio Cazzaniga

Milano : Ponte alle Grazie, [2008]

Abstract: Il XII secolo volge al termine, la Palestina è percorsa dagli eserciti del Saladino, intenzionato a coronare un'intera esistenza votata alla causa dell'Islam attraverso l'occupazione della Terra Santa e la riconquista del suo cuore pulsante, Al-Quds, la splendida Gerusalemme. Un'impresa colossale, destinata a un faticosissimo successo, strappato pezzo per pezzo alla strenua resistenza dei cristiani e dei loro paladini, cavalieri templari e ospedalieri pronti a tutto pur di difendere il Santo Sepolcro. Nelle retrovie delle armate musulmane rincontriamo, carico di anni e di fatica, Mosè ben Maimon, costretto a mettere la sua ormai celeberrima arte medica al servizio del Saladino. Ripercorriamo la sua vita in Egitto, segnata dalla nostalgia, dapprima pungente e testarda, poi più dolce e sfumata, per l'amata Sefarad, perduta al di là del Mediterraneo. Seguiamo il suo travaglio di coscienza che accompagna la sofferta decisione di prendersi a cuore, e sulle spalle, le sorti delle comunità ebraiche d'Egitto, contro una casta di notabili intriganti, attenti solo a difendere i privilegi guadagnati all'ombra dei dominatori musulmani. Ironia della storia, nel cammino che lo porterà a diventare uno dei più saldi punti di riferimento del suo popolo, Maimonide è accompagnato proprio da quel sultano che tanto stringerà i ceppi agli ebrei della Diaspora, il Saladino, a cui riconosce suo malgrado, pur nell'inconciliabilità religiosa, quell'autorità che solo gli spiriti illuminati sanno ispirare.