AcquaSoleVento 500x3

Perché parlare di poesia per bambini in Biblioteca?

Perché è marzo e si sente aria di primavera. Perché la voce dei poeti ci può guidare in un viaggio tra ritmi, profumi, parole che diventano musica e cantano.

Perché la poesia alimenta la vita. È il mezzo più potente per esplorare le risorse del linguaggio, per costruire personalità creative che sappiano esprimere pensieri liberi.

Ci accompagnano le parole di alcuni poeti italiani contemporanei che hanno scritto e scrivono per i bambini e i ragazzi:

Gianni Rodari, Pinin Carpi, Toti Scialoja, Roberto Piumini, Elio Pecora, Vivian Lamarque, Giuseppe Pontremoli, Bruno Tognolini, Janna Carioli, Chiara Carminati, Nicola Cinquetti, Pietro Formentini, Giusi Quarenghi.


Scarica il pdf (10 Mb) 

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2014
× Nomi Cordero, Simona
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2011
× Materiale A stampa
× Nomi Giacobbe, Beppe

Trovati 1 documenti.

Un cane in viaggio
0 0 0
Libri Moderni

Pecora, Elio

Un cane in viaggio / due racconti in versi di Elio Pecora ; illustrati da Beppe Giacobbe

Roma : Orecchio acerbo, 2011

Abstract: Un viaggio dentro e uno fuori la città. Entrambi, sognando la natura incontaminata. Due racconti in versi e due personaggi diversi, ma uniti dallo stesso desiderio. Le filastrocche di Elio Pecora raccontano trotterellando sentimenti intensi, aspirazioni profonde, piaceri naturali. Un cane lascia la casa del padrone, il certo per l’incerto, l’osso fisso per l’avventura. S’immerge nella natura domestica, fatta di animali da cortile e di orti conclusi. Scopre il piacere della musica e del canto: tornerà mai dal padrone? Intanto, un poeta plana a volo d’uccello su una splendida Roma: insegne luccicanti e vicoli misteriosi, piazze vocianti e fontane festose, case piene di gente e strade ingoiate dal traffico. Ma anche nella più bella città gli animali smaniano, gli abitanti sospirano. L’unica tregua, il parco. La natura tascabile. Con la leggerezza che gli è ormai riconosciuta, Beppe Giacobbe fa il verso ai versi di Elio Pecora: i due si fanno l’occhiolino e pungolano allegri il nostro bisogno di aria. Di verde. Di poesia.