img-circo-800x459.png

Selezione di libri sul carnevale veronese e le sue maschere e su come il circo, con i suoi giocolieri, equilibristi, trapezisti, acrobati e spericolati funamboli, abbia contribuito ad arricchirlo.


Versione stampabile (pdf) 

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Target di lettura Adulti, specialistico
Includi: tutti i seguenti filtri
× Target di lettura Adulti, generale
× Nomi Marino, Ruggero

Trovati 1 documenti.

Stella e il circo
0 0 0
Libri Moderni

Fellini, Riccardo - Marino, Ruggero

Stella e il circo / Riccardo Fellini, Ruggero Marino

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2012

Varia

Abstract: È la magia del circo, il più grande spettacolo del mondo: un'arca nomade sulla terra, nella quale vivono in sintonia, collaborando amorevolmente, uomini e animali. Con il naso all'insù, nel circo Arcobaleno, tutti osservano incantati il clown Pomodoro, che cammina in un fascio di luce, su un filo sospeso a dieci metri d'altezza, suonando una musica struggente con il violino. Ma quando la cavalla Stella sfugge al controllo di Fatima, la bella e giovane padrona, irrompendo inaspettatamente nella pista, l'incanto si spezza. Pomodoro precipita a terra, giace immobile. Così Stella - che in quel circo è nata e ne è la star assoluta - dovrà essere allontanata, alla ricerca della perduta serenità. In un piccolo paese di montagna troverà un compagno speciale, un ragazzo dal cuore puro, innocente, di nome Candido, che l'aiuterà con amore e pazienza. Fra i due, nel corso delle loro cavalcate nella vallata e nei boschi, nascerà un'amicizia magica, una complicità di quelle che accendono la fantasia, guariscono il cuore e... fanno parlare gli animali. Scritta per diventare un film, questa storia nasce dall'amicizia di Ruggero Marino con Riccardo Fellini, fratello meno noto di Federico. Una fiaba per adulti e bambini, un apologo senza tempo, che oggi vede la luce. Tenera, delicata, commovente, surreale, venata di poesia, impreziosita da una copertina di Federico Fellini: un modo per riunire, per un'ultima volta, i due fratelli affabulatori divisi dalla vita.