img-circo-800x459.png

Selezione di libri sul carnevale veronese e le sue maschere e su come il circo, con i suoi giocolieri, equilibristi, trapezisti, acrobati e spericolati funamboli, abbia contribuito ad arricchirlo.


Versione stampabile (pdf) 

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 2008
× Data 2011
× Soggetto Maschere - Venezia
× Target di lettura Adulti, generale
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Amfitheatrof, Erik

Trovati 1 documenti.

I mestieri di Pantalone
0 0 0
Libri Moderni

Pagani, Maria Pia

I mestieri di Pantalone : la fortuna della maschera tra Venezia e la Russia / Maria Pia Pagani ; introduzione di Sisto Dalla Palma ; con un ricordo di Erik Amfiteatrov [sic]

Costabissara (VI) : Angelo Colla, c2007

Cultura popolare veneta : collana di studi e di ricerche sulle culture popolari venete realizzata su iniziativa della Regione del Veneto. Serie terza ; 5

Abstract: Pantalone arriva a Venezia nel contesto dei traffici mercantili mediterranei e sulla scia del culto di San Pantaleone, che nel mondo orientale antico era un 'anargiro', cioè un santo medico che curava gratis gli ammalati. Qui diventa uno dei personaggi principali della Commedia dell'Arte, e come tale viaggerà poi in tutto il mondo. Un itinerario importante, nei secolari viaggi teatrali di Pantalone, è quello che dalla Serenissima lo porta nella lontana terra degli zar, regalandogli un grande successo. Il suo ritratto, ricostruito in questo libro da Maria Pia Pagani a partire dai principali studi novecenteschi russi sulla Commedia dell'Arte, lo presenta come padre, ma anche come uomo impegnato in diversi mestieri di rilevanza sociale: il mercante, l'attore professionista, il medico. Forse è la molteplicità di questi ruoli che determina la «malnota fortuna di un 'personaggio' qual è il multiforme e tutto veneziano Pantalone de' Bisognosi», come scrive Manlio Pastore Stocchi nella sua presentazione. Il quale aggiunge che come maschera «egli nasce dapprima incarnando genericamente il 'tipo' di mercante, tra luci e ombre e non senza tratti ridicoli o grotteschi ... ma personaggio diviene soprattutto per merito di Goldoni, che, mentre di altre eredità della Commedia dell'Arte, e delle maschere in specie, si libera via via senza residui e senza rimpianti, su Pantalone continua a lavorare di fino traghettandolo, mutatìs mutandis, all'interno della propria rinnovata concezione drammaturgica». Ed è ancora il grande successo di Pantalone in Russia all'inizio del Novecento che prepara il terreno ideale perché vi attecchiscano quelle proposte teatrali del futurismo italiano che, secondo Sisto Dalla Palma, hanno avuto tanta presa sull'avanguardia russa e tanta parte sul rinnovamento della cultura teatrale dell'Occidente. In questo vivace contesto sono nate le traduzioni goldoniane russe dei coniugi Amfiteatrov, che hanno avuto una straordinaria fortuna scenica, e che comprovano la vitalità dei rapporti culturali tra Venezia e la Russia.