Avviso

Zona rossa

Per effetto del DL 12 marzo 2021, dal 15 marzo al 6 aprile 2021 in Biblioteca Civica sono sospesi i servizi di consultazione dei materiali non prestabili e l'accesso alle sale studio. Resta attivo in tutte le biblioteche il prestito su prenotazione. Le prenotazioni, al massimo tre, possono...

Avviso

Problemi con i download di ebook

Attenzione! Abbiamo riscontrato problemi con il download degli ebook. Sembra che i problemi si verifichino, per chi usa come browser Google Chrome, dopo l'ultimo aggiornamento. Vi consigliamo di non usare Google Chrome per scaricare gli ebook. Potere usare...

 

 

 

 

 

 

 

Storie incatenate

Un libro alla settimana

Agota Kristof, "Trilogia della città di K."

Quando il narratore è inaffidabile, resta una sola cosa da fare, la più improbabile: fidarsi. Kristof realizza un racconto-matrioska perfetto, nessuno specchio a deformare la realtà, nessuna menzogna. La verità di ogni personaggio è così precisa e luminosa che non ammette ombre. Ma quanto abbaglia la luce pura negli occhi. In un paese in guerra, i gemelli Klaus e Lucas dovranno scegliere il proprio destino mentre il mondo cade sotto macerie di responsabilità che nessuno si è mai assunto.

In catalogo: Agota Kristof, "Trilogia della città di K.: Il grande quaderno; La prova; La terza menzogna", Torino: Einaudi, 1998.

In rete:

 

← Leggi le precedenti recensioni

    

 

Vedi tutti

Notizie dalle biblioteche

Vedi tutti

Ultimi post

Qui c'è tutto il mondo - Cristiana Alicata, Filippo Paris

“Il mondo di Filippo era un mondo fatto di scarpe confortevoli,grembiuli corti per correre comodi, di giochi all’aria aperta. E il mio, il mio mondo - quello delle femmine - invece era un mondo scomodo di scarpe strette, di biciclette solo per strade lisce, di giochi da fare in casa, possibilmente senza sudare.”
Qui c’è tutto il mondo è un racconto ad immagini che con poche frasi racconta la storia di questa bambina che cambia completamente vita e si ritrova ad affrontare qualcosa più grande di lei.
Anita si sposta dal sud al nord Italia, si rende conto che la differenza tra il mondo che le viene imposto ed il mondo che vorrebbe veramente, ovvero il mondo del fratellino, è davvero enorme. Il piccolo Filippo ha tutte le comodità che Anita vorrebbe ma non le sono concesse. La storia è ambientata nel 1984 ed al tempo in Italia la parità tra i sessi non era avanzata come adesso.
La protagonista deve anche affrontare vari problemi in famiglia, la madre sembra sempre più “strana” secondo Anita, si comporta in modo bizzarro e spesso sembra parli con qualcuno di invisibile. Per il padre è tutto normale, secondo lui Anita sta esagerando e non si deve preoccupare di nulla. Nessuno si rende conto di quello che sta succedendo veramente fino a quando le azioni della madre diventano pericolose.
Anita insieme alle sue due nuove amiche decide di scappare dalla realtà che la circonda, vuole tornare nella sua vecchia cittadina e si cimenta con la costruzione di una zattera per poter raggiungere il mare.
La storia di Anita è molto coinvolgente e tratta di argomenti toccanti in un modo originale e semplice, soprattutto attraverso le illustrazioni.
Elisa Ferrari
Liceo Copernico classe 4°
“Leggere on the road”- progetto PCTO biblioteca ragazzi- Aprile 2021

La stanza del lupo - Gabriele Clima

“Si era svegliato a mezzogiorno, nelle strisce di luce che filtravano dalle imposte chiuse. Aveva aperto gli occhi, guardato il mondo fuori, e il sole che compiva il suo giro sopra il mondo fregandosene di tutto, di lui, degli altri di suo padre, della bestia che gli dormiva dentro. Soprattutto della bestia che gli dormiva dentro”.
Gabriele Clima con questo libro ci regala una storia diversa dalle altre, una storia che si concentra sulla rabbia e sul problema di un ragazzo, Nico, che non è in grado di gestirla. Sebbene abbia una grande passione, il disegno, il padre non sembra assecondarlo in questo, perché il ragazzo dipinge sulla parete della sua camera e periodicamente il padre chiama un imbianchino per ripulirla. Nico ha un amico, un po’ ribelle e folle, e anche una ragazza, Claudia. Nico ad un certo punto perde totalmente il controllo della sua rabbia e combina qualche incidente a scuola. Nel frattempo, il ragazzo inizia a incontrare un lupo misterioso in città, e starà a lui decidere di dargli ascolto oppure no.
Una storia decisamente coinvolgente, profonda, interessante dal punto di vista delle emozioni dei protagonisti del libro, che sono infatti emerse in maniera chiara ed emozionante. Un aspetto particolarmente efficace è il “sollievo” che rappresenta per lui l’arte, che molte volte riflette le emozioni e i “tumulti” che la sua rabbia provoca il lui.
Consiglio questo libro ai lettori più giovani, dai 16 ai 19 anni, che vogliano informarsi su questo problema che affligge alcune persone e che vogliono trovare ispirazione per uscire da momenti difficili della vita per poi rinascere più forti di prima.
Sofia Sambugaro
IV Liceo Copernico
“Leggere on the road”- Progetto PCTO Biblioteca Ragazzi, aprile 2021

Il Silmarillion - John Ronald Reuel Tolkien

“Qui l'Anello rimase fino a quando non fu trovato, addirittura l'anno stesso dell'assalto contro Dol Guldur, da un viandante che aveva cercato rifugio nelle profondità della terra per salvarsi dall'inseguimento degli Orchi e giunse in una regione assai lontana, precisamente la terra dei Periannath, la Gente Piccola, i Mezzuomini che dimoravano nell'Eriador occidentale”.
Il Silmarillon, scritto da J.R.R. Tolkien e poi successivamente pubblicato da suo figlio, è un’opera che rappresenta il tronco dal quale si sono diramate tutte le successive opere narrative di Tolkien, che oramai tutti conosciamo, come ad esempio Lo Hobbit ed Il Signore degli Anelli. Non a caso il libro è proprio un racconto riguardante i Tempi Remoti, che avvengono durante la Prima Era del Mondo, la quale ben si discosta dalla sequenza temporale dei libri sopracitati, i quali vanno a rifarsi ai grandi eventi verificatisi alla fine della Terza Era. Si tratta infatti di un volume con una grande storia, la quale essendo stata plasmata durante i vari decenni di vita dell’autore, assume una ricchezza di dettagli ed una complessità superiore, a parer mio, rispetto ad altri libri dello stesso genere. Difatti, è proprio per questo motivo che consiglierei a chi magari volesse cominciare a scoprire il favoloso mondo di Tolkien, di non iniziare con Il Silmarillon ma di optare piuttosto verso la lettura di un eventuale “Lo Hobbit” o “Il Signore degli Anelli”, i quali andrebbero a facilitare la comprensione generale dell’opera. A livello di trama il Silmarillon si suddivide in cinque parti principali, ognuna delle quali racconta una particolarità dell’universo Tolkieniano, come ad esempio la genesi di Eä (il mondo) o i fatti avvenuti durante le diverse ere, rispettivamente prima, seconda e terza. Ogni sezione racchiude molti particolari, i quali vanno a creare un contesto universale all’interno di cui è possibile andare a scorgere le basi per le opere future. Si tratta comunque di un libro dal lessico semplice, il quale tuttavia si fa riconoscere proprio per quello stile appartenente a Tolkien, tramite il quale l’autore ci provvede ad una lettura nel complesso scorrevole.

Il circo della vita - Nicolas Antona, Nina Jacqmin

"La vita è fatta di tappe.. La più dolce è l'amore, la più difficile, la separazione, la più dolorosa gli addii, la più bella, ritrovarsi". "Il circo della vita" è un graphic novel realizzato da Nicholas Antona e Nina Jacqmin che tratta della vita di Louis, un ragazzo cresciuto in un orfanotrofio da solo, senza amici, che è costretto a sopportare gli insulti e le angherie dei compagni per via del suo corpo un po' cicciottello che causa in lui anche una grande timidezza nel relazionarsi. Gli unici momenti di felicità somo quando periodicamente il circo Marcos fa tappa nella sua città. Un giorno, però, accade qualcosa di inaspettato: durante il numero della domatrice di elefanti nota Clara, la figlia del proprietario del circo, di cui subito si innamora. Appena dopo lo spettacolo, grazie a Pegaso un elefante del circo che tira fuori Louis dal cespuglio in cui si era nascosto per vederla, i due riescono a conoscersi e, successivamente a quell'avvenimento, a frequentarsi. Dopo essersi sposati, diversi anni più tardi, Louis dovrà sopportare la morte di Clara che lo segnerà profondamente nell'animo tanto da commettere un gesto inaspettato. Questo graphic novel benchè dall'apparenza semplice riesce ad affrontare argomenti come il bullismo o anche l'amore in maniera molto chiara ed efficace, lo consiglio a tutti i ragazzi amanti del genere.
Alberto Beghini
Liceo maffei 3D
"Leggere on the road" - Progetto PCTO con la biblioteca ragazzi, aprile 2021

R: Thornhill - Pam Smy

“cosa impedisce ad un adulto di sedersi e dire; come ti vanno le cose? va tutto bene?. Ho il sospetto che abbiano paura di ricevere una vera risposta, e allora sarebbero costretti a fare qualcosa, resterebbero coinvolti. O forse semplicemente non riescono a immaginare niente di spiacevole o di grave. Forse non vogliono pensare che alle persone che conoscono possa succedere qualcosa di orribile.”
Thornhill è un libro scritto da Pam Smy e che prende nome dall’omonima casa famiglia descritta lungo il romanzo e che tratta delle vicende svoltesi all’interno di essa. Queste vicende vengono raccontate da Mary, attraverso il suo diario personale. Mary è una ragazza orfana che è in attesa d’essere collocata presso una famiglia affidataria. Mary ha un particolare problema che le causa una difficilissima permanenza, il mutismo selettivo. Per colpa di esso viene presa di mira da una ragazza piuttosto misteriosa, che la terrorizza tanto che nel diario non appare mai il suo nome, viene chiamata solamente “lei”. La storia di Mary viene contrapposta a quella di Ella, una ragazza che più di 30 anni dopo ritrova il diario segreto di Mary fuori da Tornhill, le storie parallele delle due ragazze vengono accomunate dalla vicenda conclusiva ricca di misteriosi colpi di scena. Nel complesso il libro è molto scorrevole e lo consiglio a tutti coloro che in un romanzo ricercano il thriller e i colpi di scena.

Prestiti in corso 0
Prestiti di oggi 0
Utenti iscritti 0