News

Biblioteca Civica: riapertura il sabato mattina

A seguito del passaggio del Veneto in zona gialla, a partire da martedì 27 aprile 2021, la Biblioteca Civica di Verona, nel rispetto del norme sul distanziamento fisico e sul divieto di assembramento per contenere la diffusione del contagio da COVID-19, riapre al pubblico in modalità contingentata i seguenti servizi: il servizio di consultazione in sede di materiali...

Avviso

Problemi con i download di ebook

Attenzione! Abbiamo riscontrato problemi con il download degli ebook. Sembra che i problemi si verifichino, per chi usa come browser Google Chrome, dopo l'ultimo aggiornamento. Vi consigliamo di non usare Google Chrome per scaricare gli ebook. Potere usare...

 

 

 

 

 

 

 

Storie incatenate

Un libro alla settimana

Sacha Naspini, "I cariolanti"

Forse un’altra guerra e un altro Paese rispetto a quelli indefiniti raccontati da Kristof ma tornano fortissimi il senso di smarrimentoe di identità perduta. Il testo frammentato composto da istantanee, come pezzi di vita che cercano di ricucirsi insieme, sottolinea il progressivo disgregarsi di una famiglia alle prese con la fame, l’estraneità e la perdita della ragione.

In catalogo: Sascha Naspini, "I cariolanti", Roma: Elliot, 2009.

In rete:

 

← Leggi le precedenti recensioni

    

 

Vedi tutti

Notizie dalle biblioteche

Vedi tutti

Ultimi post

Il buio oltre la siepe - Harper Lee

“Era un tipo perbene…” “Come la maggior parte delle persone, Scout. Quando alla fine riesci a vederle.”

In un’America degli anni ‘30, in una cittadina di nome Maycomb, un uomo di colore viene accusato di violenza contro la figlia di un uomo bianco. Il padre della protagonista assumerà l’incarico di difenderlo dalla pena di morte.

Premetto che questa non sarà una recensione della storia originale di Harper Lee, ma del modo in cui è stato realizzato il Graphic Novel della stessa, a cura di Fred Fordham. Prima di tutto, vorrei focalizzarmi sulla cosa che in una storia a fumetti spicca più di ogni altra, ovvero i disegni; purtroppo devo ammettere che i disegni del signor Fordham mi sono parsi abbastanza ordinari, e incapaci di replicare le immagini che si creavano nella mente dei lettori di Lee, come la cupa e non curata casa di Arthur “Boo” Radley o alcune sequenze su cui non scenderò troppo nello specifico per non anticipare nulla a eventuali lettori che non conoscono l’originale romanzo. Una seconda cosa che non mi ha convinto è stato il mantenere il fatto che fosse Scout adulta a raccontare la storia, cosa utile e poco invadente nel libro originale, ma non richiesta nel Graphic Novel: essendo un insieme di disegni, non serve che sia qualcuno a raccontare, no? Inoltre, questa cosa aggiunge un bel po’ di parti scritte, che in un fumetto dovrebbero essere limitate più possibile, a mio parere. Infine, molti tagli alla trama originale non mi hanno per niente convinto; non scenderò nello specifico, per lo stesso motivo di prima, ma mi pare un po’ eccessivo tagliare parti di un libro di sì e no 120 pagine. Dopo tutto ciò, voglio però ricordare che la storia di Lee sia molto meritevole di attenzione, e che per questo qualunque lettore troverà molto piacevole anche il Graphic Novel.

Nonostante la molteplicità e la profondità dei temi trattati in questa storia - la disparità dei generi e la discriminazione razziale sono i più evidenti - io la consiglierei a un pubblico di ogni età, premettendo però che più si è maturi, più la storia risulterà profonda e saggia. Come detto già sopra, consiglio questo specifico fumetto sia per i nuovi lettori, sia per chi ha apprezzato il romanzo di Lee e vuole vederlo sotto un’altra forma.

Leonardo Lucato, Liceo Scipione Maffei, Progetto PCTO "Biblioteca Ragazzi", "Leggere on the road"

Uomini e topi - John Steinbeck

“<Credevo che eri infuriato con me, George> disse Lennie <No,> disse George<No Lennie. Non sono arrabbiato. Non sono mai stato arrabbiato, e non lo sono nemmeno ora. Voglio che tu lo sappia>”Due uomini, due contadini, due amici, l’uno l’opposto dell’altro, ma stretti da un legame che va oltre l’amicizia. George piccolino e scaltro, un uomo con la testa sulle spalle che lavora sodo per avere ciò che vuole, e Lennie un grosso bambinone che adora accarezzare le cose, soprattutto quelle morbide e setose, il primo dice all’altro cosa fare e lui fidandosi ciecamente fa. I due hanno un sogno: guadagnare abbastanza soldi per comprarsi un proprio ranch dove avere un orticello, la stalla, il pollaio e un capanno per i conigli che al grosso Lennie piacciono tanto. Dopo essere stati cacciati dal loro vecchio lavoro, si ritrovano in questa grande fattoria dove, con il passare dei giorni vedono il loro sogno sempre più vicino. Attorno a questi due personaggi principali ne ruotano pochi altri, anche loro lavoratori della terra, che alcuni da ostili diventeranno amici, altri saranno la causa di eventi stravolgenti. Il finale di questo romanzo vi lascerà senza fiato, increduli ed imperterriti. È assolutamente un libro da non perdere, lo consiglio a tutti.
Romina Nazzaro, Liceo Scipione Maffei.
Progetto PCTO Biblioteca Ragazzi ''Leggere on the road''

R: Naked - Kevin Brooks

Recensione del libro ''Naked'' di Kevin Brooks.
''Perché le cose già successe, specialmente quelle che avresti voluto non succedessero...bè, il punto è proprio questo: non puoi farle dissuccedere. Non si può semplicemente lasciarsele dietro, perché una volta che sono accadute, sono parte di te, parte del tuo passato e il loro ricordo diventa parte del tuo presente e le loro conseguenze parte del tuo futuro''.
E' l'estate del 1975, Lili è a scuola e si sta esercitando con il pianoforte cimentandosi in un brano di Debussy quando ad un tratto Curtis Ray, il ragazzo più figo della scuola, dopo aver ascoltato il brano, la invita ad unirsi nella sua band. Contemporaneamente emozionatissima e timorosissima accetta e dovrà subito reiventarsi imparando a suonare il basso, su richiesta di Curtis. La band oltre a Curtis che fa da frontman, è composta da Stan e Kenny. Lili fin da subito si sente appartenente a qualcosa e i primi successi cominciano ad arrivare, affiancati, però, dalla droga, il sesso e gli eccessi. L'entusiasmo iniziale di Lili viene sempre meno, complice anche il comportamento brusco di Curtis. Sono anche gli anni del terrorismo e degli scontri fra Repubblicani e Lealisti. Dopo aver infatti fatto entrare un nuovo membro nella band, William Bonney, Lili scopre molti segreti su di lui e comincia una vita parallela a quella con la band. Cominciano ad arrivare i contratti e le prime apparizioni televisive ma Lili ormai non è più la stessa. William non c'è più e lei si rende conto di aver esultato fin troppo presto entrando nella band...
''Naked'' è un libro di genere young adult che affronta temi attuali ancora oggigiorno. Come parola d'ordine c'è l'eccesso, quell'eccesso che in un qualche modo ha portato i primi successi alla band, ma allo stesso modo ha portato scontri interni nei ''Naked'' con conseguenti divergenze ideologiche. Kevin Brooks riesce ad utilizzare il realismo e gli eventi realmente accaduti in quegli anni, la nascita del punk e gli scontri politici, in un modo incredibilmente sincero che tiene attaccato il lettore alle pagine del libro. Gli spunti offerti sono numerosi e alquanto preziosi anche quando ci si rende conto che l'io narrante è proiettata 35 anni avanti, la quale fatica a non avere rimorsi e pentimenti con i quali si serve per raccontare la sua estate del 1976, invogliando il lettore a raggiungere un grado di consapevolezza tale da riuscire a distinguere il bene dal male.
''Naked'' offre la possibilità di riflettere in modo più profondo su quelle che possono essere le aspirazioni dei giovani, le quali vanno premeditate per non incorrere in una vita dettata dal male. Offre un tuffo nel passato per affrontare temi difficili, come gli scontri tra l'IRA e le milizie londinesi, che vanno colti anche da persone che non vivono queste situazioni da protagoniste. E' un libro che consiglio sia a ragazzi non troppo piccoli, dati alcuni temi evidenziati in modo molto schietto dallo scrittore, sia ad un pubblico più adulto.
Djordje Despot, Liceo Copernico, Progetto PCTO Biblioteca Ragazzi ''Leggere on the road''

Berlin - Fabio Geda, Marco Magnone

“apri gli occhi Sven! Il mondo di prima è scomparso, volatilizzato; non c’è più niente da sperare e da fare, se non goderci la libertà che il mondo di prima ci ha sempre sottratto. niente adulti, niente “fai questo o fai quello”; e tu Sven, tu stai per morire. Accettalo. Cancella il passato e dimentica il futuro. Esiste solo qui e l’ora, e ora è tempo di giocare.”
Berlin è una trilogia raccontata a 2 mani da Fabio Geda e Marco Magnone dove vengono narrate le vicende di una Berlino di fine anni 70’ colpita violentemente da un virus, che si prende in poco tempo le vite di tutti gli adulti, lasciando la città solamente ai ragazzi orfani. Questi ragazzi devono ora sopravvivere alle circostanze estremamente ostili e devono imparare a convivere fra i vari gruppi che sono andati ad instaurarsi. Ogni gruppo, fra i ragazzi di Tegel, di Gropiusstadt, e le ragazze dell’Havel ha un modo differente di vedere questi ultimi anni che potranno vivere. C’è chi cerca di sopravvivere godendosi tutti i momenti sentimentali e amorosi, e chi, rassegnato della morte imminente all’avvicinarsi dell’età adulta, prova a compiere sfide di coraggio che in un contesto normale sicuramente non avrebbe azzardato.
Personalmente il libro mi è piaciuto molto e va a richiamare questo periodo pandemico seppur in un contesto molto più drammatico. Consigliabile a tutti i ragazzi nella fascia dai 14 ai 19 anni.
Costa Riccardo 4esp liceo Copernico
progetto "leggere on the road" Aprile 2021

Prestiti in corso 0
Prestiti di oggi 0
Utenti iscritti 0