Trovati 3 documenti.

I documenti per la storia delle biblioteche medievali, secoli 9.-15.
0 0 0
Libri Moderni

Nebbiai-Dalla Guarda, Donatella

I documenti per la storia delle biblioteche medievali, secoli 9.-15. / Donatella Nebbiai-Dalla Guarda

Roma : Jouvence, [1992]

Materiali e ricerche. Nuova serie ; 15

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Le biblioteche nel mondo antico e medievale
0 0 0
Libri Moderni

Le biblioteche nel mondo antico e medievale / a cura di Guglielmo Cavallo

6. ed

Roma [ecc.] : Laterza, 2002

Biblioteca universale Laterza ; 250

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Argomenti trattati nel volume: Le biblioteche ellenistiche (L. Canfora); Biblioteche private e pubbliche a Roma e nel mondo romano (P. Fedeli); Scuola, 'scriptorium', biblioteca e Cesarea (G. Cavallo); Le biblioteche nel mondo bizantino (N. G. Wilson); La biblioteca di corte di Carlo Magno (B. Bischoff); Le biblioteche del XII secolo negli inventari dell'epoca (B. Munk Olsen); Gli umanisti e la biblioteca pubblica (L. Gargan); Biblioteca, libri, scritture nella Napoli aragonese (A. Petrucci).

Storia delle biblioteche. Dall'antichità a oggi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barbier, Frédéric

Storia delle biblioteche. Dall'antichità a oggi

Editrice Bibliografica, 16/11/2016

Abstract: Oggi le biblioteche sono più importanti che mai. Conoscerne l'evoluzione e la storia è essenziale per avere ben presente quale ruolo possono giocare ancora nella moderna società dell'informazione. Partendo dalle origini nell'antichità classica, attraverso le biblioteche dei grandi monasteri, per approdare poi al Rinascimento, all'Illuminismo, fino al concetto di biblioteca pubblica e infine a quello di biblioteca digitale, Frédéric Barbier, uno dei massimi esperti al mondo della materia, delinea una storia completa e affascinante di questa fondamentale istituzione della società umana. La storia delle biblioteche è direttamente connessa alla storia del pensiero, delle idee, della politica, dell'informazione, dell'architettura e dell'urbanistica. Adottando una visione cronologica di lungo periodo e insistendo sulla prospettiva comparatista, l'autore analizza il tema in funzione delle trasformazioni del sistema generale dei media nel corso dei secoli. Un'opera fondamentale che mancava nel panorama culturale italiano.