Community » Forum » Recensioni

Autostop per l'Himalaya
0 1 0
Seth, Vikram

Autostop per l'Himalaya

Milano : Longanesi, 2014

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Nell'estate del 1981, Vikram Seth non ha ancora scritto i romanzi che lo renderanno celebre in tutto il mondo: è uno studente indiano della Stanford University che, innamorato della lingua e della cultura cinese, frequenta un corso biennale all'Università di Nanchino. Durante una gita di gruppo organizzata dall'ateneo, e in previsione del rientro a Delhi per le vacanze, Seth si lascia sedurre da un'idea folle e quasi impraticabile per uno straniero: tornare a casa attraversando il Tibet e il Nepal. Per inseguire il sogno proibito di ogni viaggiatore alla ricerca di avventura, Seth dovrà di volta in volta riconsiderare il proprio itinerario - percorso per lo più a bordo di camion scomodi e sgangherati - e far fronte a ostacoli e imprevisti di ogni sorta. Tra strade rese inagibili dalle piogge, guasti meccanici, malesseri dovuti all'altitudine e pastoie burocratiche, pagina dopo pagina vedremo snodarsi un viaggio pieno di sorprese e dal sapore antico, che ci condurrà dall'esotica Urumqi alle alture del Qinghai, e poi sempre più su, fino al nobile cuore di Lhasa. Sospeso tra paesaggi incantati e quotidiane miserie, Autostop per l'Himalaya non è un reportage ideologico né un grido di denuncia quanto, semmai, il diario di una ricerca di sé attraverso l'incontro con l'altro, la testimonianza di un mondo millenario in cui il misticismo buddhista è costretto a una difficile convivenza con la dottrina maoista e con i primi semi di un capitalismo destinato a comprometterlo.

42 Visite, 1 Messaggi

Un viaggio non semplice dove la burocrazia, a volte più del meteo, e la malasorte ci mettono del proprio per far naufragare il sogno dello studente. Sembra in sospeso, con questo gladiatore dell’autostop, una collaborazione con il destino, che momento dopo momento, allunga le sue fatali membra per confortarlo a trovare opzioni e soluzioni. Sulla difficile convivenza tra le parti in conflitto, sarà l’amicizia a rendere più completo il viaggio e a trasferire al percorso, difficile e contorto, una dignità universale.
continua su http://aforismidiviaggio.it/recensioni-commenti-libri-di-viaggio-e-viaggiatori/217-autostop-per-l-himalaya-vikram-seth

  • «
  • 1
  • »

492 Messaggi in 429 Discussioni di 64 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.