Storie al gelo 200x200

Negli ultimi anni, la Scandinavia si è imposta tra gli scaffali delle librerie grazie ad alcuni titoli di richiamo che hanno ridefinito il noir, seguiti da una folta schiera di appassionati. Tuttavia gli scrittori nord-europei sviluppano una florida creatività letteraria, in grado di andare al di là della letteratura di genere.

Questa breve bibliografia, che non ha la pretesa di essere esaustiva, ha come obiettivo qualche alternativo consiglio di lettura proveniente dal grande Nord, in vista dei prossimi freddi mesi invernali.

 

Versione stampabile (pdf 2,7 Mb) 

Trovati 53 documenti.

 Storia di Elling
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ambjornsen, Ingvar

Storia di Elling / Ingvar Ambjornsen ; traduzione di Lucia Barni

Isola del Liri : Pisani, [2007]

Abstract: Strappato alla sua confortevole routine, Elling, un trentenne pignolo, schivo e incredibilmente sagace, si ritrova a dover condividere la sua quotidianità con dei perfetti estranei; in seguito a un collasso nervoso, è stato infatti ricoverato di forza presso un istituto psichiatrico, dove dovrà rimanere per almeno un anno. Sarà proprio qui che Elling, suo malgrado e per la prima volta in vita sua, riuscirà a stabilire un rapporto autentico con due persone: l'infermiera Gunn, della quale si innamorerà perdutamente credendosi ricambiato, e Kjell Bjarne, un energumeno semi-analfabeta ossessionato dal cibo e dalle donne, che da possibile minaccia sessuale diventerà il suo più intimo e prezioso confidente.

 O. T.
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Andersen, Hans Christian <1805-1875>

O. T. : un romanzo danese / Hans Christian Andersen ; a cura di Lucio Angelini

Roma : Fazi, 2006

Le porte ;

Abstract: Il giovane barone Otto Thostrup, uno studente dall'oscuro passato, reca tatuate sulla schiena, senza conoscerne il significato, le iniziali O. T. Esse stanno ad indicare il riformatorio dove era vissuto da piccolissimo. Sua madre sedotta dal figlio del capitano Thostrup, un vecchio e austero militare, per amor suo si era addossata la colpa e le conseguenze penali di due furti da lui compiuti. Prima di morire nella casa di correzione dá alla luce due gemelli, un maschio e una femmina, ma viene accolto in casa dal colonnello solo il maschio. Quando il giovane comincia l'università, una strana figura, forse a conoscenza del segreto, comincia a perseguitarlo. Questo libro rappresenta il secondo romanzo di Andersen pubblicato nel 1836.

Rosa candida
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Auður Ava Ólafsdóttir

Rosa candida / Audur Ava Olafsdottir ; traduzione di Stefano Rosatti

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Lobbi ha ventidue anni quando accetta di prendersi cura di un leggendario roseto in un monastero del Nord Europa. E stata la madre, morta da poco in un incidente d'auto, a trasmettergli l'amore per la natura, i fiori e l'arte di accudirli, il giardinaggio. Cosi Lobbi decide di lasciare l'Islanda, un anziano padre perso dietro al quaderno di ricette della moglie, e un fratello gemello autistico. Lascia anche qualcun altro: Flòra Sòl, la figlia di sette mesi avuta dopo una sola notte d'amore (anzi, precisa lui, un quinto di notte) con Anna. Con sé Lobbi porta alcune piantine di una rara varietà di rose a otto petali, molto cara alla madre, la Rosa candida. Questi fiori saranno i silenziosi compagni di un viaggio avventuroso come solo i viaggi che ti cambiano la vita sanno essere. Ad accoglierlo al monastero c'è padre Thomas, un monaco cinefilo che con la sua saggezza e una sua personale cine-terapia saprà diradare le ombre dal cuore di Lobbi. Ma sarà soprattutto l'arrivo di Anna e Flòra Sòl in quell'angolo fatato di mondo a provocare i cambiamenti più profondi e imprevisti nell'animo del ragazzo. Perché, per la prima volta, Lobbi scopre in sé un desiderio nuovo, che non è solo amore per la figlia e attrazione per Anna: è il desiderio di una famiglia.

Il fratellastro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Christensen, Lars Saabye

Il fratellastro / Lars Saabye Christensen ; traduzione di Giovanna Paterniti

Parma : U. Guanda, 2005

Narratori della Fenice

La notte dei lupi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Egeland, Tom

La notte dei lupi / Tom Egeland ; traduzione di Margherita Podestà Heir

Milano : Romanzo Bompiani, 2006

Narratori stranieri Bompiani ;

Abstract: Un gruppo di ceceni armati occupa gli studi di un'emittente televisiva durante un dibattito tra esponenti politici di primo piano. Gli spettatori assistono scioccati alla drammatica situazione degli ostaggi: per volere dei terroristi, guidati da Ramzan, l'emittente televisiva è costretta a trasmettere in diretta televisiva l'evolversi della tragedia. Fuori dagli studi, la polizia tenta di trovare una soluzione pacifica, ma ci sono troppe cose in gioco: intrighi internazionali fra Russia ed Europa occidentale; l'odio personale del terrorista Bezlan per l'ex-compagno di scuola Aslan; il desiderio di vendetta della figlia illegittima di un importante politico russo, che ha visto sua madre sgozzata da un ceceno.

Il consolatore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gaarder, Jostein

Il consolatore / romanzo di Jostein Gaarder ; traduzione di Ingrid Basso

Milano : Longanesi, 2016

La gaja scienza ; 1248

Abstract: Sessantenne erudito e solitario, Jakop è un ex ricercatore dell'università di Oslo, studioso di linguistica. Non ha figli né parenti e ha una moglie che lo ha lasciato ma con la quale ha continuato a vedersi a lungo per il semplice fatto che condividevano una Toyota Corolla. Ha un solo amico, Pelle, che forse non è del tutto estraneo ai fatti che hanno segnato la fine del suo matrimonio. Jakop è un uomo solitario ma non si sente mai solo, perché si tiene occupato con un'attività che gli riempie le giornate e la vita: ama partecipare ai funerali, mischiarsi tra la folla degli amici e dei parenti e raccontare aneddoti e ricordi sulla vita del defunto che commuovono le persone presenti. Finché un giorno, a uno dei tanti funerali cui prende parte, Jakop conosce Agnes...

Silenzio in ottobre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Grondahl, Jens Christian

Silenzio in ottobre / Jens Christian Grondahl ; traduzione di Bruno Berni

Torino : Einaudi, 2003

I coralli ; 186

Abstract: Il protagonista è un critico d'arte sulla quarantina, al culmine della carriera, sposato da diciotto anni con Astrid. I due figli sono ormai grandi, e il matrimonio corre senza scosse sui binari del quieto vivere. Ma quando la donna sparisce, fuggendo all'improvviso e senza apparente motivo, il marito, nel tentativo di comprendere le ragioni della sua scomparsa e dunque la possibile meta, è costretto a ripercorrere i momenti salienti del loro passato. Fra il ricordo di un grande amore di gioventù, dell'incontro casuale con Astrid, del matrimonio e del tradimento, dei figli e del lavoro, giungerà a riscoprire la salda radice dei suoi sentimenti.

Spesso sono felice
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Grondahl, Jens Christian

Spesso sono felice / Jens Christian Grøndahl ; [traduzione di Eva Kampmann]

Milano : Feltrinelli, 2017

Narratori

Abstract: Può una donna decidere di cambiare vita a settant'anni? Secondo Ellinor, sì. Anche se ha sempre lasciato che fossero le circostanze a scegliere per lei, appena rimasta vedova abbandona gli agi dei sobborghi di lusso per tornare nel quartiere operaio del centro di Copenaghen dove ha trascorso l'infanzia e l'adolescenza. Il quartiere è cambiato: adesso ci sono le prostitute, i pusher e gli hipster, ma a lei non importa, le importa solo che dalle finestre della sua nuova casa si veda il portone di quella in cui ha vissuto da bambina. In una lunga lettera alla sua migliore amica, morta tanti anni prima, fa il bilancio della propria vita, segnata da inganni e tradimenti, da dolori e lutti, e da un grande, terribile segreto.

Tutto si risveglia con un bacio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gudrun Eva Minervudottir

Tutto si risveglia con un bacio / Gudrún Eva Mínervudóttir ; traduzione di Silvia Cosimini ; disegni di Sunna Sigurdardittir.

Asti : Scritturapura Casa Editrice, 2013.

Paprika ; 29

Abstract: Elísabet possedeva sul serio questo potere sconcertante? Il suo bacio poteva veramente destare in chi lo riceveva quella forza trattenuta e quiescente, in attesa di essere risvegliata? E scatenare tempeste ed eruzioni di fuoco, come quelle del Katla, il vulcano che proprio in quei giorni ricopriva con un manto di cenere una Reykjavik attonita e innevata? Fuoco, cenere e neve cadevano anche nei cuori di Indi e Jón. E David, il figlio di Elísabet, che rievoca i loro ultimi giorni che sfilano prima lentamente e poi sempre più veloci, fino allo schianto finale. David lo deve fare, meticolosamente, per trovare pace e chiudere i conti col passato e, soprattutto, per capire chi è davvero sua madre: una donna straordinaria o una semplice bugiarda?

 Tesi sull'esistenza dell'amore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Guldberg, Torben

Tesi sull'esistenza dell'amore : romanzo / di Torben Guldberg ; traduzione di Eva Kampmann

Milano : Longanesi, 2009

La gaja scienza ; 935

Abstract: È troppo vecchio e stanco per amare, ma è condannato a non morire. Per secoli la voce narrante di questo romanzo ha fatto il cantastorie, errando per l'Europa senza sosta, senza trovar pace, espiando il fatto di aver rinnegato l'amore. Ma ora, alle soglie del Cinquecento, ha deciso di fermarsi, perché tutto intorno a lui sta cambiando. Per la prima volta compra una casa, a Copenaghen. E per la prima volta, invece di parlare d'amore, ascolta. Così, per cinque secoli, raccoglie le storie d'amore più significative. Quelle capaci, di volta in volta, di cogliere l'essenza stessa di questo sentimento e, al contempo, quella del secolo in cui si svolgono. Nel Cinquecento della Riforma, l'amore si manifesta nel potentissimo canto di un'orfana. Poi, si frammenta nel racconto seicentesco di una vita dedicata alla pittura. Si mette alla prova in esperimenti scientifici, sotto il segno della ragione illuminista. Nell'Ottocento dei grandi pensatori si trasfigura in filosofia. E nel Novecento l'amore non può che trasformarsi in merce. Eppure, nella sua inafferrabilità, l'amore rimane identico a se stesso. E, come al narratore, anche a noi non resta che una cosa: ascoltare.

Pan
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hamsun, Knut

Pan ; L'estrema gioia : romanzi / Knut Hamsun ; traduzione di Ervino Pocar

Milano : A. Mondadori, 1961

I libri del pavone ; 124

La costa degli schiavi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hansen, Thorkild

La costa degli schiavi / Thorkild Hansen ; disegni di Birte Lund ; traduzione e postfazione di Maria Valeria D'Avino

Milano : Iperborea, [2005]

Iperborea ; 136

Abstract: La Danimarca fu il primo paese ad abolire il traffico degli schiavi. Ma quel traffico continuerà per decenni dopo l'abolizione ufficiale, e nessuno schiavo ha mai raccontato la sua storia: per dar voce a quelle migliaia di esseri umani privati della libertà e trascinati dall'altra parte dell'oceano. L'autore va a cercare le tracce dei loro passi nella Guinea danese, l'attuale Ghana, lungo le rive del Volta, tra le rovine dei forti che dominavano con le loro mura bianche quella costa bordata di palme e battuta dalla risacca. E come guida si serve di diari, lettere, documenti lasciati da sette testimoni oculari che si sono succeduti nel corso di due secoli tra quelle mura: un tenente, due sacerdoti, un mercante, un medico, un contabile e un governatore.

 Che ne è stato di te, Buzz Aldrin?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Harstad, Johan

Che ne è stato di te, Buzz Aldrin? / Johan Harstad ; traduzione e postfazione di Maria Valeria D'Avino

Milano : Iperborea, [2008]

Iperborea ; 164

Abstract: In un mondo in cui tutti vorrebbero stare sotto ai riflettori per almeno un quarto d'ora di celebrità, Mattias ha scelto di vivere nell'ombra e apparire il meno possibile: non tutti vogliono essere il numero uno, come Buzz Aldrin, il secondo uomo sulla Luna, che ha svolto la sua missione, ha messo piede sul satellite dopo Neil Armstrong ed è scomparso nella folla: chi si ricorda di lui? Nessuno tranne Mattias: per lui l'astronauta è un idolo, simbolo di tutti coloro che fanno la loro parte senza reclamare attenzione, piccole, indispensabili ruote del grande ingranaggio. E Mattias non chiede altro che coltivare il proprio giardino - letteralmente, dato che lavora in un vivaio avere una vita normale insieme a Helle, la ragazza che ama dal liceo: allora, e solo per farsi vedere da lei, Mattias è salito una volta sul palco e ha cantato con la voce straordinaria che aveva sempre nascosto a tutti. Ha sempre rifiutato gli inviti dell'amico Jørn, che lo voleva a tutti i costi come cantante nella sua band: il ruolo di frontman non fa certo per lui. È l'estate del 1999, l'anno prima che inizi il futuro, il tempo è passato e l'esistenza felicemente anonima di Mattias sembra sempre più un riparo dagli altri e dalla vita. Fino a quando Helle lo lascia, il vivaio chiude, e Mattias si ritrova solo, a fluttuare fuori dalla propria orbita. Jørn sta partendo con la band per un concerto alle isole Faroe, lo vuole con sé almeno come fonico: forse perché non gli resta altro, Mattias accetta, s'imbarca, pronti al decollo...

La nonna a 1000°
2 0 0
Materiale linguistico moderno

Helgason, Hallgrimur

La nonna a 1000° : Herbjorg Maria Bjornsson racconta / Hallgrimur Helgason ; traduzione di Silvia Cosimini

Milano : Mondadori, 2014

Strade blu

Abstract: Fa bene a tutti perdere la facciata della propria casa, sentire lo stridore dei freni davanti al proprio figlio o vedere sparare alla schiena al proprio innamorato. Ho sempre detestato frequentare gente che non ha mai dovuto scavalcare un cadavere. A Herra Bjornsson tutto questo è capitato. Ma non solo. Le è capitato anche di baciare il più famoso dei Beatles quando erano solo ignoti scarafaggi appena sbarcati ad Amburgo e di incrociare in una bettola di Parigi lo sguardo libidinoso di Sartre. Le è capitato di attraversare la guerra con un'unica ricchezza, due perle della collana di Casanova, peccato che un soldato tedesco alto e idiota le abbia viste e se le sia mangiate. Ha scaricato più di un uomo con la frase: È arrivato il taxi, compreso, ancora in sala parto, il padre del suo primogenito. Ha fatto tre figli con nove uomini, conoscendo le canaglie di mezzo mondo. Nipote titolata del primo presidente d'Islanda, ha attraversato il vecchio continente e si è spinta fino in Sudafrica e in Argentina, ha conosciuto le guerre e si è fatta nuovi amici (e spasimanti) su Facebook. È sopravvissuta ai figli privi di talento e a tutte le terribili nuore. Ma ora, chiusa in un garage nella sua amata Reykjavik, in compagnia di un computer portatile, due stecche di Pall Mall e una bomba a mano di fabbricazione tedesca, è decisa a battere sul tempo la propria malattia. Non senza aver preparato la sua ultima, grandiosa vendetta...

Il più grande scrittore d'Islanda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Helgason, Hallgrimur

Il più grande scrittore d'Islanda / Hallgrimur Helgason ; traduzione di Silvia Cosimini

Parma : U. Guanda, [2003]

Narratori della fenice ;

Abstract: Un vecchio si sveglia all'improvviso dal sonno ritrovandosi in aperta campagna, senza riuscire a ricordare il proprio nome né tantomeno i motivi che lo hanno portato lì. Ma a poco a poco capisce di essersi svegliato nel 1952, quasi cinquant'anni dopo la sua morte, e di essere uno scrittore. Infatti è proprio lui che crea tutto quello che lo circonda, dalle persone all'ambiente, in quell'illusione che si chiama letteratura, diventando quindi protagonista forzato di un romanzo che ha scritto lui stesso.

La donna e la scimmia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hoeg, Peter

La donna e la scimmia / Peter Hoeg ; traduzione di Bruno Berni

Milano : A. Mondadori, 1997

Omnibus ;

La storia dei sogni danesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hoeg, Peter

La storia dei sogni danesi / Peter Hoeg ; traduzione di Bruno Berni

Milano : Mondadori, 1998

Omnibus ;

Via della trincea
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hotakainen, Kari

Via della trincea / Kari Hotakainen ; con uno scritto di Paolo Nori ; traduzione e postfazione di Nicola Rainò

Milano : Iperborea, 2009

Iperborea ; 169

Abstract: Cosa porta Matti Virtanen all'impulso incontrollabile di distruggere tutto ciò in cui ha sempre creduto? Il racconto della tragicomica missione di un uomo qualsiasi alla scoperta della propria identità, un'esilarante rincorsa verso la casa perfetta e la vita che ha perso. Cos'è un Reduce del Fronte Domestico? Uno che ha fatto il Settantotto, un prodotto della Guerra di Liberazione delle Donna. Da ragazzo Matti Virtanen amava il rock, e durante un mitico concerto crolla sbronzo su una biondina che poco dopo sposa e gli dà un'adorabile bambina. Matti cambia, diventa un efficiente uomo di casa, lava, stira e cucina alla grande. Una vita perfetta, che altro desiderare? Un giorno qualcosa si spezza: quel mite magazziniere, quell'uomo qualunque, nel suo modesto appartamento di periferia non resiste alla moglie che lo incalza con richieste che lo distraggono dall'appassionante finale di hockey contro la Svezia. E allora lui, strappato al televisore e alla bottiglia di birra vede il proprio pugno partire con furia omicida e colpire quella donna che subito fugge via con la figlia. In un istante Matti Virtanen rimane solo e perde tutto. Che può fare per riprendersi quello che è suo, la famiglia, la sua splendida bambina, l'amore? Un Reduce del Fronte Domestico può fare cose inaudite! Può finalmente dichiarare quella guerra che alla sua generazione è mancata: combattere per avere una vera casa e finalmente riconquistare la sua famiglia.

La memoria dell' acqua
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Itäranta, Emmi

La memoria dell' acqua / Emmi Itäranta ; traduzione di Nicola Rainò

Milano : Frassinelli, 2015

Il cuore dell'uomo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jón Kalman Stefansson <1963-> - Jón Kalman Stefansson <1963->

Il cuore dell'uomo / Jón Kalman Stefánsson ; traduzione di Silvia Cosimini ; postfazione di Alessandro Zironi

Milano : Iperborea, 2014

Iperborea ; 230

Abstract: Dopo Paradiso e inferno e La tristezza degli angeli, esce il romanzo che conclude la trilogia di Jón Kalman Stefánsson. Protagonista il Ragazzo, un giovane orfano che intraprende un epico viaggio di formazione attraverso l'Islanda di fine Ottocento e l'universo dell'animo umano, scoprendo la realtà, il valore dei sogni e il potere creativo delle parole. Dopo aver affrontato l'inverno eterno del Nord ed essere stato inghiottito da un precipizio tra i ghiacci, il Ragazzo è salvato dagli abitanti di un villaggio del fiordo. Qui rimane folgorato da Álfheiour, una misteriosa giovane con i capelli rossi e un doloroso passato. Nemmeno quando torna a sud, alla locanda di Plássio, dal capitano cieco che ha promesso di istruirlo e nutrire la sua passione letteraria, riesce a dimenticarla. Ed è infatti l'amore al centro di questo romanzo, in tutte le sue sfumature e complessità: da quello meramente fisico che il Ragazzo scopre in una traumatica avventura con Ragnheiour, provocante figlia di un commerciante locale, a quello infelice della ribelle locandiera Geirþrúour, che perde in mare il suo amante inglese e si piega a un matrimonio di convenienza. Come lei, tutti gli abitanti del villaggio trovano il proprio compromesso tra i sentimenti e il rigido ordine sociale di una piccola comunità in perenne lotta con l'asprezza della sua terra e le avversità del destino. Solo ascoltando il cuore l'uomo può affrancarsi dalla grigia quotidianità, la vita può vincere la morte...