Per una ricerca più puntuale all'interno della lista potete usare le etichette nella colonna a sinistra. In alternativa, per una ricerca su tutto il testo, sempre relativa ai libri contenuti nella lista, potete inserire uno o più termini nel box qui sotto, o eseguire una "Ricerca avanzata", cliccando sul link sotto il box.

Trovati 22712 documenti.

Io so e ho le prove. Confessioni di un ex manager bancario
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Imperatore, Vincenzo

Io so e ho le prove. Confessioni di un ex manager bancario

Chiarelettere, 16/10/2014

Abstract: COSÌ LE BANCHE IMBROGLIANO IL CORRENTISTA. È la prima volta che un ex manager bancario racconta tutto. Vincenzo Imperatore è stato per vent'anni nelle direzioni operative di alcuni tra i più blasonati istituti di credito italiani. Prima e dopo la crisi economica. La sua testimonianza svela i segreti, le strategie e i maneggi delle banche a danno del correntista. I costi eccessivi caricati sui conti correnti ("almeno il 20 per cento di quello che il correntista paga non dipende dal tasso d'interesse", scrive Imperatore). La moltiplicazione delle commissioni. Il ricatto psicologico dietro le richieste di rientro. L'anatocismo e l'usura. Le cosiddette manovre massive, aumenti quasi impercettibili dei tassi che più del 90 per cento dei correntisti non vede e che producono incassi d'oro per gli istituti. Le procedure di calmierazione reclami per i clienti che si accorgono di movimenti strani sul conto e minacciano di chiuderlo ("Noi lo chiamavamo sistema 72H", ricorda Imperatore). Le tecniche per piazzare un diamante, una polizza assicurativa o un derivato ("Ci garantivano una redditività enorme"). E ancora centinaia di irregolarità e leggerezze nella redazione dei contratti. Questo libro rappresenta finalmente uno strumento unico e imprescindibile dalla parte del correntista.

Conto alla rovescia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Patterson, James - Ledwidge, Michael

Conto alla rovescia

Longanesi, 16/10/2014

Abstract: Per il detective Michael Bennett doveva essere una tranquilla e rilassante vacanza al mare insieme alla sua numerosa famiglia, ma una telefonata sconvolge i suoi piani, costringendolo a tornare in servizio: qualcuno ha piazzato una bomba nella sede centrale della New York Public Library, accompagnata da un messaggio tanto criptico quanto inquietante. Quando Bennett, profondamente scosso, arriva sul posto, scopre che la faccenda è persino più intricata di quanto pensava: l'ordigno è opera di una mente sofisticata e il messaggio lascia intendere che quella bomba non sarà l'unica. A distanza di qualche giorno vengono rinvenuti due cadaveri all'interno di un'auto, nel Queens. E anche in questo caso viene trovato un biglietto, indirizzato proprio a Michael Bennett. Il killer dice di essere il "Figlio di Sam", l'assassino che ha sconvolto l'America negli anni Settanta. Ma com'è possibile, se è detenuto in un carcere di massima sicurezza? Bennett è sempre più convinto che ci sia un collegamento tra gli omicidi e gli attentati dinamitardi che stanno terrorizzando New York, ma il tempo non dà scampo e il detective dovrà agire più in fretta del killer se vuole evitare altri sanguinosi delitti...

Segreto Tibet
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Maraini, Fosco

Segreto Tibet

Corbaccio, 16/10/2014

Abstract: UN LIBRO IRRINUNCIABILE CHE COMBINA VIAGGIO, NARRAZIONE, PATHOS E SCIENZA. UN VERO CLASSICO SENZA TEMPO. Il Tibet, chiusosi ermeticamente al mondo nel secolo XIX, fu aperto a forza dagli inglesi nel 1904, per tornare subito a richiudersi ancora più ermeticamente di prima. Solo negli anni Trenta cominciarono a presentarsi rare occasioni d'accesso per alcuni privilegiati. Giuseppe Tucci, uno dei nostri massimi orientalisti, seppe approfittarne più volte. Nelle sue spedizioni del 1937 e del 1948 ebbe come compagno Fosco Maraini, allora giovanissimo, che dalle sue note di viaggio trasse "Segreto Tibet", un libro che ebbe enorme successo e fu tradotto in dodici lingue. Nel Tibet di allora si viveva ancora in un medioevo intatto, un medioevo però altamente e raffinatamente civile privo soltanto di quei mezzi, datici dalla scienza e dalla tecnologia, quali strade, luce elettrica e plastica, fibre sintetiche e gas metano, televisione, giornali e radio. Il popolo tibetano trovava nella propria antica civiltà religiosa, artistica, letteraria, teatrale e musicale i mezzi per trascorrere un'esistenza ricca di soddisfazioni. Dal 1951 a oggi mutamenti drammatici, spesso accompagnati da violenze umilianti e da distruzioni insensate sono stati imposti al Tibet. L'intera struttura della società è stata capovolta e stravolta. Quella che qui presentiamo è un'edizione aggiornata ai nostri giorni che ripropone ai lettori il racconto e le immagini di un tempo inquadrati e messi a fuoco nel panorama della realtà di oggi con tutte le sue implicazioni storiche, sociali e morali. Ora che è possibile visitare il Tibet più liberamente quest'opera si presenta come un'introduzione vissuta, sentita, pensata all'affascinante paese nel cuore dell'Asia, a quello che è stato e che è. In un momento in cui film e libri di successo puntano il dito sulla terribile situazione di oppressione e di violenza in cui si trova il Tibet a causa dell'invasione cinese, questo libro straordinario ci fa sentire la voce autorevole e appassionata di uno dei primissimi testimoni di una straordinaria civiltà che rischia di scomparire.

Quello che ho imparato da Riley
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Anderegg, Zachary - Nelson, Pete

Quello che ho imparato da Riley

Corbaccio, 16/10/2014

Abstract: UN CUCCIOLO ABBANDONATO IN UN CANYON E UN UOMO TORMENTATO DAL PASSATO: LA STORIA DI UNA SPLENDIDA AMICIZIA. Zac ha incontrato Riley nel deserto dell'Arizona. In vacanza, da solo, stava compiendo un'escursione molto impegnativa in un canyon quando sul fondo ha notato qualcosa di strano, qualcosa che non doveva trovarsi in un luogo simile: un cagnolino nero, impossibilitato a uscire, senza cibo né acqua, in procinto di morire. Mettendo a repentaglio la sua stessa vita, Zac non ha esitato e ha recuperato il cucciolo. Ma come era finito un cane in un luogo simile? Non era caduto perché altrimenti sarebbe morto sul colpo o gravemente ferito. L'unica spiegazione era che fosse stato deliberatamente abbandonato proprio da chi invece doveva prendersene cura. Un gesto crudele che fa riemergere in Zac la memoria della sua infanzia e della sua adolescenza devastate a scuola dal bullismo e a casa dall'incomprensione e dall'apatia. Prendersi cura di Riley, accoglierlo e farlo sentire amato, è stata la chiave che ha permesso a Zac di aprire le stanze buie dei suoi ricordi e di fare finalmente luce. Adesso Zac e Riley sono inseparabili e Zac sa bene che se finalmente riesce a guardare il mondo con più fiducia e serenità, lo deve anche a Riley e al giorno in cui, cucciolo, Riley si è affidato completamente a lui.

La società letteraria di Sella di Lepre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Jääskeläinen, Pasi Ilmari - Ganassini, Marcello

La società letteraria di Sella di Lepre

Salani Editore, 16/10/2014

Abstract: Romanzi classici dal finale sbagliato, un circolo letterario dai rituali inquietanti, una celebre scrittrice scomparsa nel nulla. Tra le pagine di un libro, ogni verità ne nasconde un'altra, sempre più pericolosa. *** "Un pizzico di Donna Tartt e un pizzico di Haruki Murakami. Libri mutanti, segreti sepolti e incontri spettrali" Financial Times. "Folle e verosimile, sinistro e inebriante. Un romanzo bellissimo e suggestivo" Independent. "Imprevedibile ed emozionante, un romanzo fantastico travestito da fiaba" Daily Telegraph. "Un intrigo meraviglioso: inaspettato, pieno di suspense e ai limiti dell'assurdo" The Sunday Telegraph. *** Per Ella Milana, giovane supplente in una scuola superiore, diventare membro onorario della Società Letteraria di Sella di Lepre è un riconoscimento straordinario, che equivale a entrare nella storia della letteratura. Ma si accorge presto che il piccolo gruppo di scrittori di cui fa finalmente parte nasconde misteri inquietanti: che fine ha fatto Laura Lumikko, la più famosa autrice di romanzi per ragazzi del mondo e fondatrice della Società Letteraria, inspiegabilmente scomparsa nel bel mezzo di una festa? Che cosa si nasconde dietro il minaccioso rituale noto come il Gioco? E soprattutto, perché la biblioteca di Sella di Lepre conserva edizioni di romanzi classici dal testo profondamente cambiato e dai protagonisti irriconoscibili? In uno stile che fonde horror e ironia, mistero e surreale, La Società Letteraria di Sella di Lepre è un'imprevedibile, emozionante caccia al tesoro, dove il tesoro è la verità celata nei libri. Una caccia che porta Ella a rischiare la vita – ma anche a interrogarsi sul significato del narrare, sul potere delle storie, e sul meraviglioso, perturbante ballo in maschera in cui ogni lettore si immerge ogni volta che sfoglia le pagine di un libro. Un romanzo incantato che appartiene alla letteratura di Arto Paasilinna, Haruki Murakami e Donna Tartt, e che ha già conquistato un posto speciale per la critica e il pubblico di tutto il mondo.

Il padrone del mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Benson, Robert Hugh

Il padrone del mondo

Fazi Editore, 15/10/2014

Abstract: In occasione del centenario della morte del grande scrittore inglese, un impressionante romanzo distopico che immagina con profetica magia il mondo del Novecento, in cui la Chiesa cattolica viene distrutta dal potere della massoneria. Un'apocalisse moderna. Scritto nel 1907 - e da allora il più venduto bestseller di christian-fiction della storia - questo romanzo racconta l'ascesa del grande filantropo Julian Felsemburgh, democratico e rassicurante, fautore della pace mondiale, che realizza un mondo ideale con l'avvento di un nuovo umanitarismo che stempera le differenze fra le religiorni e predica la tolleranza. Tutto viene accettato fuorché la Chiesa Cattolica, che viene straziata fin quasi alla sua completa eliminazione. Dopo una prima fase in cui intraprese il cammino religioso anglicano, Robert Hugh Benson iniziò progressivamente a mettere in discussione il dogmatismo della chiesa anglicana, fino a convertirsi al cattolicesimo. All'inizio del ventunesimo secolo l'Europa è dominata da governi di stampo massonico e comunista. Il secolarismo ha trionfato definitivamente e le religioni sono decatdute: la sparuta minoranza cattolica superstite ha trionfato definitivamente e le religioni sono decadute: la sparuta minoranza cattolica superstite ha come uniche roccaforti l'Irlanda e Roma, che ha ottenuto l'indipendenza ed è retta dal Papa. Il dissenso è inesistente, l'eutanasia è pratica diffusa, l'edilizia si sviluppa sottoterra e la lingua internazionale è l'esperanto. Londra è una città silenziosa in cui ogni rumore è attutito dallo strato di gomma che sembra rivestire ogni superficie calpestabile, e a Trafalgar Square troneggia la statua di un massone. Su questo sfondo s'intrecciano le vite dei due antitetici protagonisti: da una parte Percy Franklin, ambizioso prete cattolico che aspira a una rifondazione della Chiesa, e dall'altra parte Oliver Brand, deputato comunista e convinto anticattolico, figlio della società moderna. Entrambi assistono con trepidazione alla grande partita sullo scacchiere mondiale che si gioca tra Occidente e Oriente. Quando l'eterno attrito fra i due blocchi sembra sul punto di scoppiare in una guerra di proporzioni inedite, entra in scena Julian Felsemburgh, misterioso poliglotta dal carisma eccezionale che s'impone come mediatore, stabilendo un nuovo ordine mondiale e diventando il dio delle masse: è l'ascesa dell'Anticristo. Nel momento in cui tutte le forze mondiali convergono nell'ultimo scontro con la Chiesa, il mondo sembra prossimo all'Apocalisse. Ambientato ai nostri giorni ma scritto nel 1907, Il padrone del mondo è al tempo stesso una delle prime distopie moderne e un bestseller assoluto nell'ambito della christian fiction, lodato da Papa Francesco per le sue qualità profetiche. "Una delle mie letture preferite". Papa Francesco

Come cambiare la propria vita (sfruttando il potere segreto del cervello)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

DiSalvo, David

Come cambiare la propria vita (sfruttando il potere segreto del cervello)

Bollati Boringhieri, 16/10/2014

Abstract: Non è più tempo di ricette di self-help prive di fondamento né di guru dal curriculum equivoco: al giorno d'oggi le neuroscienze sono in grado di spiegare davvero come funziona il cervello, e sulla base di quelle conoscenze possiamo agire per migliorarci e, in definitiva, per vivere meglio.Usando esempi tratti dalla vita di ogni giorno, dalle relazioni sociali alla carriera, dalla salute fisica allo sviluppo personale, David DiSalvo dimostra come l'enorme capacità adattativa del cervello sia il fattore cruciale sul quale si può fare leva; un potente strumento che possiamo tenere sotto controllo per dare una svolta alle nostre vite. Allo stesso tempo teorico e pratico, questo libro cambierà il vostro modo di pensare e, forse, la vostra vita.

Melanconia e creazione in Vincent van Gogh
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Recalcati, Massimo

Melanconia e creazione in Vincent van Gogh

Bollati Boringhieri, 16/10/2014

Abstract: In Vincent Van Gogh la relazione tra esistenza e opera, tra malattia mentale e creazione ha fornito materia a una lunga tradizione interpretativa, soprattutto psicoanalitica. Nessuno però ha saputo, al pari di Massimo Recalcati, mettere in rapporto malinconia e dipinti senza cedere a tentazioni patografiche, nel rispetto pieno dell'autonomia dell'arte. Per nessi illuminanti Recalcati procede dalle radici familiari della sofferenza psicotica di Vincent – venuto al mondo nel primo anniversario della morte del fratellino del quale gli fu imposto il nome – alla scelta di vivere da sradicato la propria indegnità di figlio vicario, alla spinta mistica verso la parola evangelica, fino all'estrema devozione alla pittura. Le maschere del Cristo e del "giapponese" servono a Van Gogh per darsi un'identità di cui si sente privo. I suoi quadri costituiscono lo sforzo estremo di attingere, attraverso la luce e il colore, direttamente all'assoluto, alla Cosa stessa. Ma la consacrazione all'arte, che all'inizio lo aveva salvato dalla malinconia originaria, si rivela ciò che lo fa precipitare negli abissi della follia. Il suo movimento pittorico e biografico dal Nord al Sud lo avvicina troppo al calore incandescente della Luce e in questa prossimità, come nel mito di Icaro, egli finisce per consumarsi.

Il mio papà
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mauri, Stefano - Prinetti, Costanza - Prinetti, Costanza - Colombo, Gherardo

Il mio papà

Nord-Sud Edizioni, 16/10/2014

Abstract: Questo delicato albo illustrato racconta la storia di due bambini, nati in famiglie di diversa estrazione sociale, che confrontano e scoprono che i loro papà sono tipi molto diversi: uno possiede una macchina (con otto portiere) guidata da un autista, l'altro va al lavoro con due autisti e un'auto con così tante portiere che non le ha mai contate (la metropolitana). Uno ha enormi responsabilità e deve prendere importanti decisioni, l'altro ha nelle mani la vita di centinaia di persone ogni giorno (è infermiere). Uno possiede un giardino grande come un campo da calcio, l'altro frequenta il parco cittadino con lunghi viali e il laghetto con i cigni. Dall'accostamento delle due vite diverse emerge però una verità comune: l'amicizia e il rispetto sono le cose più preziose!

Confessioni ultime. Una meditazione sulla vita, la natura, il silenzio, la liberta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Corona, Mauro

Confessioni ultime. Una meditazione sulla vita, la natura, il silenzio, la liberta

Chiarelettere, 16/10/2014

Abstract: IL TESTAMENTO SPIRITUALE DI UN AUTORE TRA I PIÙ AMATI IN ITALIA. – "Le uniche parole che meritano di esistere sono quelle migliori del silenzio, diceva Juan Carlos Onetti. Le parole di questo libro sono lontane anni luce dall'essere migliori del silenzio. Stare zitti sarebbe stato ideale ma io di tacere non sono capace e tantomeno uso parole migliori del silenzio. Questo è tutto, tutto qui dentro. Amen." Mauro Corona – Pensieri e racconti di vita. Le CONFESSIONI ULTIME di Mauro Corona sono il diario intimo di "un sognatore". Un autoritratto che richiama in alcuni passaggi l'indimenticabile tradizione degli scritti morali, da Seneca al filosofo e samurai Jōchō Yamamoto, e si trasforma con impennate improvvise in un personalissimo sfogo sull'attualità e la politica. Suoni e basta, le parole hanno perso consistenza, volume, spessore, e con loro la vita. Le CONFESSIONI prendono forma da queste parole ormai vuote. Libertà, silenzio, memoria, corpo, fatica, invidia, orgoglio, competizione, amore, amicizia, dolore, morte, Dio e la fede. Una rappresentazione laica profonda e illuminante: "Sono un grande peccatore, ma per tradizione e per educazione spero in Dio, e lo rispetto a modo mio. Spero in Dio, però non so più dov'è finito... Diceva Zvi Kolitz: 'Caro Dio, io credo in te nonostante te'".

50 giochi cognitivi per bambini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Girard, Arianna - Penati, Valentina

50 giochi cognitivi per bambini

FerrariSinibaldi, 16/04/2014

Abstract: Il presente volume è per gli adulti (genitori, insegnanti, educatori che siano) i quali, interagendo con i bambini sono chiamati ad avere creatività e strumenti sempre nuovi per incuriosirli e per supportarli nel costante sviluppo delle abilità complesse. Il libro racchiude 50 giochi pensati per lo sviluppo delle abilità cognitive dei bambini appartenenti a una fascia di età tra 0-6 anni. La cognizione comprende molte dimensioni che in varie fasi della vita rappresentano vere e proprie sfide cui i bambini devono far fronte. L'importanza di educarli attraverso la proposizione guidata di giochi che mettano in campo queste competenza rappresenta una risorsa importante sia per il piccolo che per l'adulto, che insieme avranno la possibilità di apprendere in un contesto sicuro, protetto e in cui l'errore viene contemplato come parte della crescita e dello sviluppo e non come un fallimento. Nei giochi proposti in questo volume non ci sono né vincitori né vinti ma solo bambini che stanno apprendendo in un contesto privo di competizione o in cui, laddove ci dovesse essere agonismo, questo può essere contenuto e, anzi, utilizzato come risorsa per riconoscere l'alterità e il rispetto reciproco.Le schede dei giochi sono corredate con indicazioni di utilizzo, obiettivi e fasce di età.

Baron fottuto, studenti fottuti. Memorie sull'Università italiana
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Imbasciati, Antonio

Baron fottuto, studenti fottuti. Memorie sull'Università italiana

FerrariSinibaldi, 21/02/2013

Abstract: Giunto alla fine del suo percorso universitario di ricercatore, docente e direttore di ricerca, un Professore Ordinario, ora Emerito, descrive con amarezza lo sfacelo delle nostre università nell'ultimo mezzo secolo: il progressivo soffocamento della ricerca scientifica - fino alla sua mistificazione e distruzione - e la mortificazione dei docenti universitari, costretti alla fuga o al ritiro o al disimpegno. Accusare i docenti di essere 'baroni' o 'fannulloni' non pare essere la panacea di tutti i mali. Bisogna abbattere il muro di ipocrisie dietro cui si è trincerato l'intero sistema universitario. Nel frattempo, chi ci rimette, sono gli studenti.

Le canzoni di Vasco sono meglio degli antidepressivi e degli ansiolitici
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gherardelli, Fabio

Le canzoni di Vasco sono meglio degli antidepressivi e degli ansiolitici

FerrariSinibaldi, 11/12/2013

Abstract: Perché ho l'ansia? Perché mi sento depresso? Cos'è lo stress? Che senso ha la vita? Come si possono superare i problemi? Come si elaborano con successo i lutti? In che modo si possono gestire le emozioni? Gli psicofarmaci sono sempre utili e necessari? Qualunque esperienza, purché significativa, può generare un apprendimento. E ogni apprendimento modifica il cervello, dal punto di vista strutturale e chimico.Le canzoni di Vasco Rossi possono modificare il cervello e aiutare a risolvere i problemi, a superare le crisi, a vivere meglio il presente, ad accettare le emozioni imparando a gestire l'ansia, lo stress e la tristezza. Soprattutto le canzoni che, per motivi soggettivi e personalissimi, emozionano di più.L'ascolto ripetuto delle sue canzoni può davvero essere terapeutico: può indurre dei cambiamenti positivi nella chimica cerebrale, può produrre nuove sinapsi e nuove reti neurali. E in questo modo generare le sostanze carenti del cervello. Proprio come uno psicofarmaco. Anzi, meglio, perché qui non ci sono effetti indesiderati.In questo libro l'autore, Fabio Gherardelli, ci guida in un affascinante viaggio dove la musica incontra la psicologia e lo zen, fino a fondersi in una vera e propria guida pratica per ritrovare e coltivare il nostro benessere psicologico.

Manuale di psicologia ambientale e dei comportamenti ecologici
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Steg, Linda - Van Den Berg, Agnes - De Groot, Judith

Manuale di psicologia ambientale e dei comportamenti ecologici

FerrariSinibaldi, 26/11/2013

Abstract: Vivere in un ambiente fatto di grattacieli di cemento o di antiche sequoie è molto diverso e questo influisce sulla vita delle persone. Di contro, l'ambiente è in molti modi il prodotto dell'attività umana. Il Manuale di Psicologia Ambientale e dei Comportamenti Ecologici rappresenta il testo al momento più aggiornato su questi temi. L'opera fornisce una preziosa panoramica sull'interazione tra gli esseri umani e i loro diversi ambienti di riferimento. Proponendosi come valida risposta al crescente interesse per la psicologia ambientale e per la promozione di ambienti sostenibili, questo libro raccoglie il lavoro di oltre 50 famosi studiosi che si sono dedicati alla ricerca in questo settore.Il Manuale di Psicologia Ambientale e dei Comportamenti Ecologici affronta la questione di come l'ambiente influisce sugli esseri umani, di cosa motiva le persone ad agire in favore dell'ambiente e di come le persone possano essere incoraggiate a costruire e mantenere ambienti sostenibili. Il libro discute sia dei fattori ambientali che minacciano il benessere sia di quelli che lo promuovono e tratta di una vasta gamma di fattori che influenzano le azioni che, a loro volta, incidono sulle condizioni ambientali, tra cui fattori contestuali, fattori motivazionali e abitudini. Inoltre, propone alcune modalità per incoraggiare i comportamenti a favore dell'ambiente come ad esempio strategie informative, incentivi e tecniche persuasive, e descrive quei fattori che influenzano l'accettazione delle politiche ambientali.Il testo fornisce una visione internazionale, assumendo la prospettiva di paesi non occidentali e in via di sviluppo e offre una revisione completa delle principali linee guida nell'ambito della ricerca in psicologia ambientale. Linda Steg è professore associato di Psicologia Ambientale all'Università di Groningen in Olanda. Si è ampiamente occupata dei fattori che influenzano i comportamenti ambientali, gli effetti e l'accettabilità delle politiche ambientali e dell'impatto delle condizioni ambientali sulla qualità della vita. È attualmente presidente della Divisione di Psicologia Ambientale all'interno dell'Associazione di Psicologia Applicata.Agnes E. Van den Berg è una psicologa ambientale, specializzata nella ricerca sulle risposte delle persone agli ambienti naturali. Ha pubblicato diversi contributi sul tema delle preferenze paesaggistiche, sui benefici della natura per la salute e sulle caratteristiche del design evidence-based degli ambienti salutari. Ha lavorato all'Università e al Centro Ricerche di Wageningen in Olanda ricoprendo diversi ruoli per 15 anni ed è stata recentemente nominata professore speciale di percezione paesaggistica all'Università di Groningen.Judith I. M. De Groot è docente senior di Psicologia Applicata alla Bournemouth University in Inghilterra. Ha conseguito il PhD all'Università di Groningen in Olanda. Il suo ambito di ricerca riguarda la spiegazione e i cambiamenti dei comportamenti in favore dell'ambiente, con un focus sulle modalità con cui i valori e le norme incidono su di essi.

Modello di competenze per tutte le organizzazioni. Estratto dalla collana Il Libro dei giochi psicologici
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Penati, Valentina - Girard, Arianna - Ferrari, Giuseppe

Modello di competenze per tutte le organizzazioni. Estratto dalla collana Il Libro dei giochi psicologici

FerrariSinibaldi, 20/03/2013

Abstract: Il modello di competenze descrive differenti competenze, racchiuse in aree di appartenenza. Per ogni competenza, oltre ad esserci una definizione, proponiamo una descrizione dei comportamenti che la rappresentano, differenziati in sei livelli di sviluppo. Si tratta di uno strumento indispensabile per la gestione delle risorse umane all'interno dell'organizzazione, poiché guida sia la selezione che lo sviluppo dei collaboratori di un'azienda. Fa parte del materiale di cui deve disporre sia il selezionatore, in quanto strumento che consente di confrontare le competenze osservate nel candidato con quelle attese dal ruolo, sia chi si occupa di risorse umane in ogni situazione lavorativa.

Il romanzo di Odisseo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Manfredi, Valerio Massimo - Manara Milo

Il romanzo di Odisseo

Mondadori, 21/10/2014

Abstract: "Io sono quello che sono: piccolo re di un piccolo regno perduto, figlio di una piccola isola, di un destino amaro. Io che ho affrontato senza tremare mostri ed eroi invincibili, spinto dal desiderio di andare sempre più avanti, oltre l'ultimo confine e oltre l'ultimo orizzonte. Io che ho pianto, riso, gioito e sofferto, io che ho amato e odiato. Io che sono tutti e chiunque. Io che sono Nessuno." Odisseo - l'uomo dal formidabile ingegno, il guerriero che con un cavallo di legno espugnò la città più potente dell'Asia, l'avventuriero che solcò mari mai navigati, divenendo immortale come un dio - ci racconta la sua vita straordinaria. Dall'infanzia nella rocciosa Itaca, alla presa di Troia, al viaggio del ritorno in cui sopravvisse a prove spaventose e sovrumane, alla vendetta contro i Proci. Fino all'Ultimo Viaggio, che resterà per sempre avvolto nel mistero. Da un profondo conoscitore dell'antichità, una saga intensa e travolgente che svela i segreti della Grecia omerica sconosciuti ai testi scolastici e ci regala un ritratto vivido e autentico dell'eroe più moderno di tutti i tempi.

Il mondo del ghiaccio e del fuoco. La storia ufficiale di Westeros e del trono di spade
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Martin, George R. R - Garcìa, Elio M. jr - Antonssen, Linda - Valent Giusi - Mantovani Alba - Silvestri Denise - Altieri Sergio

Il mondo del ghiaccio e del fuoco. La storia ufficiale di Westeros e del trono di spade

Mondadori, 28/10/2014

Abstract: Se il passato è il prologo, allora l'opera primaria di George R.R. Martin – la più innovativa e formidabile saga fantasy del nostro tempo – necessita di una introduzione ugualmente formidabile. E alla fine, eccola: Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco. Questo volume, riccamente illustrato da oltre centosettanta tavole originali a colori, è la storia completa dei Sette Regni, incentrata sulla vivida ricostruzione delle epiche battaglie, delle brutali rivalità e delle temerarie ribellioni che hanno condotto agli eventi narrati ne "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco" e nella serie HBO "Game of Thrones". In una collaborazione durata interi anni, George R.R. Martin ha coniugato il proprio lavoro con quello di Elio M. García Jr. e Linda Antonsson, fondatori del celebre sito web westeros.org, forse le uniche due persone che di questo mondo fantastico hanno una conoscenza approfondita quanto quella del suo stesso eccezionale creatore. Racchiuse in questo testo si sovrappongono conoscenze accumulate, speculazioni accademiche e leggende popolari tramandate da maestri e septon, negromanti e cantastorie. È una cronaca che si dipana dal Tempo dell'Alba all'Età degli Eroi, dalla venuta dei primi uomini all'arrivo di Aegon il Conquistatore, dall'ascesa di Aegon stesso al Trono di Spade fino alla Ribellione di Robert e alla susseguente caduta di Aerys II Targaryen, il Re Folle, l'evento che ha messo in movimento le lotte "di oggi" tra Stark, Lannister, Baratheon e Targaryen. Fondamentale opera di sostegno per l'intero, ipnotico universo concepito da George R.R. Martin, Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco è la prova provata che la penna è davvero più poderosa di una tempesta di spade.

Il complesso di Telemaco. Genitori e figli dopo il tramonto del padre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Recalcati, Massimo

Il complesso di Telemaco. Genitori e figli dopo il tramonto del padre

Feltrinelli Editore, 24/09/2014

Abstract: "Abbiamo tutti almeno una volta guardato il mare aspettando che qualcosa da lì ritornasse" Edipo e Narciso sono due personaggi centrali del teatro freudiano. Il figlio-Edipo è quello che conosce il conflitto con il padre. Il figlio-Narciso resta invece fissato sterilmente alla sua immagine. Abbiamo visto cosa significa l'egemonia del figlio-Narciso: dopo il tramonto dell'autorità simbolica del Nome del Padre, il mito dell'espansione fine a se stessa ha prodotto la tremenda crisi economica ed etica che attraversa l'Occidente. Le nuove generazioni appaiono sperdute tanto quanto i loro genitori. Questi non vogliono smettere di essere giovani, mentre i loro figli annaspano in un tempo senza orizzonte, soli, privi di adulti credibili. Esiste un al di là del figlio-Edipo e del figlio-Narciso? Telemaco, il figlio di Ulisse, attende il ritorno del padre; prega affinché sia ristabilita nella sua casa invasa dai Proci la Legge della parola. In primo piano è qui una domanda inedita di padre, che mostri come si possa vivere con slancio e vitalità su questa terra. Nel nostro tempo nessuno sembra più tornare dal mare per riportare la Legge. Il processo dell'ereditare, della filiazione simbolica, sembra venire meno, e senza di esso non si dà possibilità di trasmissione del desiderio da una generazione all'altra. Telemaco ci indica la nuova direzione verso cui guardare, perché Telemaco è la figura del giusto erede. Il suo è il compito che attende anche i nostri figli: come si diventa eredi giusti? E cosa davvero si eredita se un'eredità non è fatta né di geni né di beni, se non si eredita un regno?

La scommessa della decrescita
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Latouche, Serge - Schianchi, Matteo

La scommessa della decrescita

Feltrinelli Editore, 24/09/2014

Abstract: Il termine ‟decrescita" suona come una scommessa o una provocazione, nonostante la generale consapevolezza dell'incompatibilità di una crescita infinita in un pianeta dalle risorse limitate. L'oggetto di questo libro è incentrato sulla necessità di un cambiamento radicale. La scelta volontaria di una società che decresce è una scommessa che vale la pena di essere tentata per evitare un contraccolpo brutale e drammatico. Bisogna ripensare la società inventando un'altra logica sociale. Ma qui si pone la questione più difficile: come costruire una società sostenibile, in particolare nel Sud del mondo? Bisogna quindi esplicitare i diversi momenti per poter raggiungere questo obiettivo: cambiare valori e concetti, mutare le strutture, rilocalizzare l'economia e la vita, rivedere nel profondo i nostri modi di uso dei prodotti, rispondere alla sfida dei paesi del Sud. Infine, bisogna garantire tramite misure appropriate la transizione dal nostro modello incentrato sulla crescita a una Società della decrescita. Tutti temi questi che già a vario titolo compaiono nell'agenda politica di molti paesi europei, tra cui la Francia e la Germania, e che anche in Italia cominciano a definirsi in un tutto organico. Questo libro ne è il manifesto teorico.

OS X 10.10. Yosemite. Guida all'uso
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bragagnolo, Lucio - Accomazzi, Luca

OS X 10.10. Yosemite. Guida all'uso

Apogeo, 05/11/2014

Abstract: Parola d'ordine: convergenza. Con OS X 10.10 Yosemite Apple prosegue su Mac il lavoro di semplificazione e razionalizzazione dell'esperienza utente già sperimentata su iPad e iPhone. Non si tratta di una una mera rielaborazione grafica ma di un raffinato processo volto a traghettare su desktop applicazioni e funzionalità già apprezzate dagli utenti iOS. Imparare a usare il Mac è quindi più facile, ma sfruttarne appieno le numerose possibilità non è comune. Questo manuale va ben oltre la semplice descrizione dei comandi dell'interfaccia ma, con l'approccio pragmatico di chi con Apple lavora da anni, racconta e insegna le logiche che governano il sistema e le sue applicazioni per portare il lettore a una migliore esperienza d'uso del Mac. Le novità di Yosemite sono segnalate in maniera puntuale in modo da essere subito individuabili per chi è appena passato a 10.10, ma anche per rendere il testo utile a chi utilizza una versione precedente di OS X.