Benvenuto!

Benvenuto nel nuovo OPAC delle biblioteche del Comune di Verona.

Da questa pagina è possibile fare ricerche su tutto il catalogo, che comprende la Biblioteca Civica, le Biblioteche di Pubblica Lettura del Comune di Verona e le biblioteche aderenti all'Archivio Bibliografico Veronese. Per trovare i documenti desiderati è sufficiente inserire i termini della ricerca nel box in alto ("Ricerca nel catalogo") o, per una ricerca più precisa, effettuare una "Ricerca avanzata".

LOGIN ALL'AREA MYDISCOVERY

Il portale offre una serie di servizi per accedere ai quali è necessario essere iscritti al sistema delle biblioteche di Verona.
Per effettuare il login è sufficiente inserire username (numero della tessera della biblioteca) e password (data di nascita nel formato AAAA-MM-GG, con i trattini) all'interno del box che appare cliccando su Login nella parte in alto a destra del sito. Una volta autenticati, in alto a sinistra comparirà un link all'area personale MyDiscovery.
Per maggiori informazioni consultate la pagina Servizi.

La Grande Guerra nella letteratura

Romanzi e memorie che testimoniano l'esperienza drammatica della I Guerra Mondiale.

Bibliografia

Pietro Caliari scrittore e storico

In occasione della mostra che la città di Verona dedica al pittore Paolo Caliari detto Il Veronese (dal 5 luglio al 5 ottobre 2014), la Biblioteca Civica ha allestito nella sala della protomoteca una mostra bibliografica dedicata a Pietro Caliari, scrittore e storico, pronipote del pittore, al quale ha dedicato una documentata bibliografia.

Itinerari a piedi e in bicicletta tra sentieri e borghi veronesi

In concomitanza con la mostra fotografica "Paesaggi della Lessinia e altre meraviglie del territorio veronese" (dal 28 luglio al 30 agosto 2014, nella Galleria della Biblioteca Civica Ragazzi), vi proponiamo una bibliografia che, speriamo, susciti nei lettori il desiderio di conoscere più a fondo le montagne veronesi, seguendo diversi itinerari, a piedi o in bicicletta.

Vedi tutti

Novità: Civica e biblioteche di quartiere

Eventi Biblioteca Civica e Centro Audiovisivi

Caricamento...Mostra altri
Vedi tutti

Last Posts

Andorra - Peter Cameron

All'inizio sembra che non succeda mai nulla, ma poi la storia diventa inquietante e misteriosa. Si percepisce un senso di solitudine che la fuga dal passato non riesce a colmare nonostante una nuova vita in un paese incantato. Cameron ci vuol mostrare come non possiamo fuggire dalle nostre paure, dal nostro passato e da noi stessi. È il suo primo libro che leggo, rimango un po' perplessa, voglio conoscerlo meglio leggendone altri.

L' armadio dei vestiti dimenticati - Riikka Pulkkinen

la cosa che più mi ha colpito di questo romanzo è la scrittura assolutamente originale , lo stile della scrittrice è estremamente poetico ricchissimo di metafore, mai semplice, ciononostante il libro scorre senza fatica rendendoci partecipi delle vite dei protagonisti, che a volte si mescolano e si confondono, come se la nipote rivivesse sulla sua pelle quanto vissuto dall'amante del nonno, una storia a luci soffuse che poi improvvisamente regala dei lampi di emozioni.
E' un libro molto triste e profondo, non è certo una lettura leggera ma trasmette una visione della vita dei sentimenti e delle passioni da un'angolazione davvero speciale, sono davvero stupita della giovane età della scrittrice ma della sua grande maturità narrativa. Consigliato.

L' amore e gli stracci del tempo - Anilda Ibrahimi

Il romanzo è ambientato durante il recente conflitto in Kosovo. Zlatan e Ajkuna si innamorano lei albanese lui serbo. Divisi e devastati dalla guerra le loro esistenze non potranno più essere le stesse. Si perdono per ritrovarsi, ma il dolore e l'orrore non si possono cancellare. Il libro mi ha trasmesso forti emozioni in un modo strano perchè in effetti i protagonisti sembrano incapaci di provarne, ciò che hanno vissuto glielo impedisce, lui riesce a riscattarsi attraverso l'amore di una persona estranea al conflitto che gli ridona fiducia, lei non ce la fa.
Il romanzo è permeato dalla tristezza e malinconia tipica della cultura balcanica, la trama può apparire poco originale ma trovo la scrittura e la caratterizzazione dei personaggi in particolare Ines e Zlatan assolutamente credibile e toccante. Consigliato.

Quanta stella c'è nel cielo - Edith Bruck

Il tema decisamente importante e l'autrice testimone e protagonista delle persecuzioni durante la seconda guerra, mi avevano caricata di aspettative nei confronti di questo libro.
Purtroppo sono state in parte deluse; la protagonista alterna momenti di flashback - che in realtà non vengono mai vissuti fino in fondo perchè interrotti da qualcuno che non vuole ricordare -, a momenti del presente legati ad un rapporto puramente fisico che intrattiene con un oscuro personaggio quasi bestiale nel suo modo di trattarla. Non ho ben capito cosa l'autrice intendeva rappresentare, forse la disperazione dei sopravvissuti ai campi ed il desiderio di dimenticare e rinascere anche attraverso l'amore puramente fisico; il libro comunque mi ha trasmesso poco, i protagonisti secondo me non sono credibili e non ho provato lo struggimento che mi aspettavo, un tema del genere secondo me meritava maggiore profondità. Ne consiglio comunque la lettura "per non dimenticare" mai.